Arco in roccia naturale sotto il quale scorre il torrente, generato dall’erosione carsica e fluviale

L’Arca di Fraporte si presenta come un arco naturale scolpito nella Formazione dei Calcari Grigi (Giurassico inferiore) a 1436 m s.l.m. Si trova sul versante destro della testata della Val Laone, a nord di Stenico nelle Giudicarie. Le sue dimensioni sono così imponenti da rendere difficilmente apprezzabile da vicino la caratteristica conformazione ad arco. Ad un primo sguardo ha le sembianze di un’ampia grotta, lunga 66 m, alta 49 e larga 42, che si rastrema progressivamente verso il fondo. Solo varcata la soglia, seguendo il corso del torrente, si nota l’enorme ponte in roccia lungo circa 40 m e largo 31, sospeso a 50 m di altezza. L’arco è separato dalla retrostante parete rocciosa da un’ampia finestra a semiluna.

La genesi dell’Arca di Fraporte è avvenuta in due fasi evolutive. La prima responsabile della formazione di una ampia cavità sotterranea all’interno della roccia in cui è modellata l’arca. la seconda ha separato la porzione più esterna della volta dalla parete retrostante. Ciò a causa dell’apertura e ampliamento della finestra a semiluna. Il tutto è da ricondurre all’azione dell’acqua che si è insinuata nelle fratture dell’ammasso roccioso, ampliandole con la sua azione chimica (carsismo) e meccanica. Sulla parete rocciosa dal lato della valle opposto a quella dell’Arca, si può osservare un enorme foro circolare, delle dimensioni di qualche decina di metri. Anch’esso legato alla complessa evoluzione carsica ipogea di questa piccola e angusta valle.

Il geosito è accessibile da Stenico, si segue li segnavia SAT 346(E) che risale la Val Laone, fino all’Arca. Il tempo di raggiungimento a piedi del sito è di circa 90 minuti.

Share This