fbpx

Percorso ad anello da percorrere per scoprire la Val d’Algone attraverso le testimonianze lasciate dalla presenza dell’uomo.

Silenziosa e selvaggia, la Val d’Algone è una delle maggiori e più belle valli del settore meridionale del Gruppo di Brenta. Percorsa dal Rio d’Algone, si incunea tra le propaggini meridionali del massiccio di Cima Tosa, a est, e i bassi rilievi boscati dei monti Tov e Iron, ad ovest; a nord comunica con la Valagola attraverso il Passo del Gotro.
La Val d’Algone è ammantata da una vegetazione lussureggiante, con estesi boschi di carpini, faggi, abeti e pini. Qui trovano il loro habitat moltissimi animali selvatici e una flora straordinariamente ricca. La presenza dell’uomo, oggi assai discreta, è segnalata soprattutto dai pascoli delle malghe, sottratti al bosco in tempi lontani. Vi sono però altre significative testimonianze della passata attività umana, come i resti dell’antica vetreria e la discarica della grande cava di quarzo.

Share This