L’itinerario si snoda alla testata della Val Genova toccandone alcuni dei punti più significativi dal punto di vista geologico e geomorfologico. L’inizio è posto a 1580 m in corrispondenza del parcheggio al Pian di Bedole; da qui il sentiero prosegue in direzione del rifugio Bedole (1641 m) alternandosi tra la strada forestale e una traccia…

L’itinerario si snoda alla testata della Val Genova toccandone alcuni dei punti più significativi dal punto di vista geologico e geomorfologico.

L’inizio è posto a 1580 m in corrispondenza del parcheggio al Pian di Bedole; da qui il sentiero prosegue in direzione del rifugio Bedole (1641 m) alternandosi tra la strada forestale e una traccia ben segnata nel bosco.

Superato il gradino morfologico, alla cui sommità sorge il rifugio, si sale leggermente fino al Ponte delle Cambiali; da qui una breve divagazione del percorso conduce al Bivacco dei Pionieri. Tornati al ponte, si attraversa il fiume Sarca di Val Genova e si segue il sentiero fino al congiungimento con la strada forestale di servizio alla teleferica del rifugio Mandrone, raggiunta la quale si imbocca sentiero 241 SAT che porta ai 1790 m di Malga Matarot bassa ubicata all’imbocco dell’omonima conca.

La discesa dalla malga avviene ripercorrendo il medesimo tracciato della salita, e prosegue poi lungo la strada forestale che conduce agevolmente al rifugio Bedole e al sottostante pianoro dove è posto il parcheggio.

Share This