Seleziona una pagina

Il Gruppo Culturale UCT Uomo Città Territorio, sabato 27 maggio, ha assegnato i sei riconoscimenti che ogni anno conferisce durante la rassegna “Il Trentino dell’Anno”.
Tra i personaggi premiati, vi è il professor Franco Pedrotti, al quale è stata conferita la targa d’argento “Una vita per la cultura e la conoscenza”. Franco Pedrotti, presidente della Accademia degli Accesi di Trento, è amico di lunga data del nostro Parco essendo anche autore del libro “Notizie storiche del Parco Naturale Adamello Brenta”. Proprio il 27 marzo scorso è stato nostro ospite a Caderzone Terme durante la serata di divulgazione scientifica dal titolo "La ricerca scientifica del Parco Naturale Adamello Brenta" (LEGGI LA NOTIZIA).

La manifestazione “Il Trentino dell’Anno” si pone come stimolo, memoria, testimonianza del lavoro e dell’impegno di donne e uomini che hanno espresso un rapporto propositivo con la realtà e il territorio nei suoi aspetti culturali, sociali, economici attenti alla sua crescita morale e civile.
Il Comitato Scientifico all’unanimità ha scelto i seguenti personaggi nelle relative categorie per la XXIX Edizione:
“Il Trentino dell’Anno”: Ilaria Vescovi
“Un personaggio per il futuro”: Laurina Paperina
“Una vita per la cultura e la conoscenza”: Franco Pedrotti
“Un’associazione per la collettività”: Arte Sella – Incontri Internazionali Arte Natura
“Una testimonianza della storia”: Claudio Pellegrini
“In loving memory”: Luigino Mattei.

Il Comitato scientifico del Gruppo Culturale UCT ha premiato il Prof. Franco Pedrotti con la seguente motivazione: Franco Pedrotti esprime, nella sua lunga attività scientifica, l’impegno e la dedizione allo studio e alla ricerca per la cura e la protezione dell’ambiente. Le sue indubbie competenze sono espresse nelle numerose cariche assunte a livello nazionale in campo scientifico, nelle pubblicazioni e nei significativi riconoscimenti ricevuti. Una testimonianza di impegno e attenzione alla cura e crescita del territorio.

Al Prof. Franco Pedrotti vanno i nostri complimenti per questo meritato premio.

BIOGRAFIA DI FRANCO PEDROTTI

Nato a Trento l’11 aprile 1934, si è laureato in Scienze Naturali all’Università di Padova nel 1958. Sono stati suoi maestri Carlo Cappelletti, Sandro Pignatti e Vittorio Marchesoni per la Botanica e Renzo Videsott per la protezione della natura.
Ha insegnato Botanica nelle Università di Padova, Camerino, Milano, Catania e Ferrara e Cartografia della vegetazione alla Scuola superiore di Geografia dell’Istituto Geografico Militare (Firenze); dal 2008 è professore emerito dell’Università di Camerino. La sua attività scientifica si riferisce a Geobotanica, Cartografia della vegetazione, Floristica, Gestione dell’ambiente.
E’ autore di 2 testi universitari di Fitosociologia e di Cartografia geobotanica e di diversi libri su protezione della natura e aree protette. E’ stato fondatore nel 1984 della rivista Braun-Blanquetia e nel 2013 della serie Geobotany Studies (edita da Springer). E’ stato componente della Commissione per la Conservazione della Natura del Consiglio Nazionale delle Ricerche (1973-1980), Presidente della Società Botanica Italiana (1982-1990) e dell’Association Internationale Francophone de Phytosociologie (1982-2007) e Presidente della Commissione per la flora del Ministero dell’Ambiente (1991-1993).
E’ stato chiamato a far parte delle seguenti accademie: Accademia Italiana di Scienze Forestali, Accademia Roveretana degli Agiati, Accademia degli Accesi, Accademia Marchigiana di Scienze, Lettere ed Arti, Accademia degli Scrittori di Montagna. E’ stato insignito di quattro lauree honoris causa: in Biologia, Università “Babes-Bolyai” di Cluj-Napoca (1994) e “A.I. Cuza” di Iasi (1998); in Ecologia e Biogeografia, Università di Palermo (2006); in Geoarchitettura, Università di Brest (2014). 
Ha pubblicato diversi volumi tra i quali: Notizie storiche sul parco naturale Adamello Brenta (Trento, 2008); I pionieri della protezione della natura in Italia (Trento, 2012) 

Contatti: franco.pedrotti@unicam.it