fbpx

Il progetto Dolomiti di Brenta Bike – 160 chilometri di anello per i bikers e i cicloturisti da percorrere in tappe di più giorni attorno alle Dolomiti di Brenta – riceverà, domani presso la sala consiliare del Comune di Portogruaro (Ve), nell’ambito del Festival nazionale del viaggio in bicicletta “Ciclomundi”,  il secondo premio di “Go-Slow Co.Mo.Do 2008”, iniziativa istituita dal movimento “Go Slow” per premiare comuni ed enti territoriali impegnati nella progettazione di percorsi integrati per la mobilità dolce. Il Dolomiti di Brenta Bike, progetto leader  tra quelli contenuti nella Carta europea del turismo sostenibile adottata dal Parco nel 2006, è stato implementato insieme alle Apt Terme di Comano-Dolomiti di Brenta, Madonna di Campiglio-Pinzolo-Val Rendena, Altopiano della Paganella-Molveno, Val di Non, Val di Sole e al Consorzio Turistico Giudicarie Centrali, che hanno iniziato a promuoverlo all’inizio del 2008.La giuria del Premio era composta da: Albano Marcarini, presidente della Confederazione di Mobilità dolce Co.Mo.Do, Massimiliano Vavassori, direttore Centro Studi Ricerche Touring Club Italiano, Fabrizio Torella, coordinatore Politiche Sociali e Rapporti con le Associazioni di Ferrovie dello Stato S.p.A. , Antonio della Venezia, presidente Federazione Italiana Amici della Bicicletta FIAB onlus . La 2ª edizione del Premio nazionale “Go Slow – Co.Mo.Do” ha assegnato il primo posto di classifica alla Provincia di Ferrara
per il progetto “Le vie degli Estensi tra terra ed acqua”, il secondo al Parco Naturale Adamello Brenta e alle Apt e il terzo al Parco dei Colli di Bergamo per il percorso ciclopedonale del torrente Quisa. Una menzione speciale è infine stata attribuita ad Agenda 21 Laghi Comune di Malgesso  per le “Vie verdi” del Basso Verbano.
Il “Dolomiti di Brenta Bike” è stato premiato con la seguente motivazione: “Per il sistema a rete di trasporti alternativi, per il raggiungimento dell’anello con servizi di mobilità bike shuttle, treno e taxi, primo esempio di tour in mountain bike ad anello a tappe che coinvolge quaranta comuni e sei ambiti turistici territoriali all’insegna del turismo sostenibile, per il sistema di rete di percorsi fruibili dal turismo dei bikers sportivi e dal turismo familiare, per le tecnologie di rilevamento adottate e la cura degli apparati cartografici
personalizzati per le esigenze dei bikers, per la capacità di presentarsi sui mercati stranieri”.“Go Slow – Co.Mo.Do” si inserisce nella seconda edizione di “Ciclomundi”, Festival nazionale del viaggio in bicicletta promosso in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. Il Festival ospita incontri con cicloviaggiatori, tavole rotonde, reading, spettacoli e animazione tutti all’insegna della passione per la bicicletta e per il viaggio lento.

Share This