Tre nuove strutture per l’ospitalità dei turisti e tre nuove aziende produttrici di miele hanno fatto il loro ingresso nella famiglia “Qualità Parco”, il progetto che premia gli operatori del settore ricettivo turistico (hotel, campeggi, affittacamere, agritur, bed & breakfast e rifugi escursionistici) e del settore agroalimentare (aziende produttrici di miele e formaggio di malga) che dimostrano, nella gestione aziendale, una concreta attenzione nei confronti dell’ambiente.
Le strutture – 2 hotel e 1 struttura tipica – e le aziende apistiche hanno superato tutte le verifiche imposte dal progetto e dimostrato di rispettare i requisiti ambientali stabiliti dai protocolli per la concessione del marchio.

Le strutture ricettive certificate sono state: Beverly Hotel (Pinzolo), Hotel Chalet del Brenta (M. di Campiglio), Agritur Sandro (Sporminore).
Sono state inoltre marchiate tre aziende produttrici di miele: Azienda Agricola Bergamo Nicola (Nanno), Apicoltura “Il Regno delle Api” (Flavon) e Apicoltura “Villi” (Spiazzo).

Oggi sono 44 le strutture ricettive certificate “Qualità Parco”, di cui 31 alberghi, 3 garnì, 3 campeggi e 7 strutture tipiche. Sono invece 6 le aziende produttrici di miele certificate “Qualità Parco”.
Alla consegna degli attestati, il 5 luglio, hanno partecipato il Presidente del Parco Naturale Adamello Brenta, Antonio Caola, e la referente del progetto, Valentina Maestranzi.
“Sono molto onorato come presidente – ha dichiarato Antonio Caola – di poter accogliere nel mondo Qualità Parco strutture e aziende che provengono da due diversi settori del progetto “Qualità Parco”: quello ricettivo turistico e quello agroalimentare. L’intento del Parco è infatti quello di creare una simbiosi fra questi due settori, affinchè possano attivarsi per creare collaborazioni reciproche. Grazie agli operatori turistici e alle aziende agroalimentari, questo progetto è strategico per diffondere la cultura del Parco e le buone pratiche sul territorio."

Share This