Rilievo isolato, di forma affusolata, originatosi per la struttura geologica della roccia e modellato dall’azione glaciale nei calcari marnosi della Formazione di Zu.

Il Turrion Basso ha una caratteristica forma a fuso allungato in senso N-S che si eleva per oltre 200 m dal Campo della Flavona, vasta conca a 2100 m di quota, nel settore centro orientale del Geoparco. Due importanti faglie con direzione N-S separano la conca dall’Altipiano del Grosté ad ovest, dalle cime della Campa ad est. Il Turrion è costituito dall’unità calcareo-marnosa del Calcare di Zu (Retico). Strutturalmente invece, è stato interpretato come l’elemento sovrascorso di un klippen (sovrascorrimento di vetta) che duplica la successione affiorante in questo settore. E’ come se il  monolito fosse stato strappato agli spessori di roccia sottostanti e poggiato sopra di essi. La sua posizione e la forma sono riferibile al particolare assetto strutturale di quest’area. Esso si trova compreso tra due faglie in un’area su cui si è impostata l’opera di modellamento glaciale. A causa della maggiore fratturazione del substrato roccioso, i settori più prossimi alle due faglie hanno subito un’erosione più intensa rispetto al solido Turrion.

Lungo i sentieri di avvicinamento al Turrion Basso sono facilmente osservabili numerosi fossili di megalodonti, simili a quelli presenti in Val d’Ambiez.

Il sito è raggiungibile da Tuenno, raggiungendo il lago di Tovel da cui si può proseguire lungo il sentiero verso la Valle di Santa Maria Flavona. Oppure lungo il sentiero che attraversa il Campo Flavona. Un altro accesso è da Passo Campo Carlo Magno salendo al Passo Grosté per poi scendere verso Campo Flavona. Il tempo di raggiungimento a piedi del sito dal Lago di Tovel è di circa 120 minuti. Mentre da Passo Grostè si impiegano circa 60 minuti.

Share This