ll Comune di Tre Ville nasce dalla fusione dei Comuni di Montagne, Preore e Ragoli nel 2015. Il territorio del Comune di Tre Ville comprende le frazioni di Montagne, (comprensiva delle località di Binio, Cort e Larzana), Preore, Ragoli, Coltura, Pez e Madonna di Campiglio.

Il nuovo nome “Tre Ville”, scelto per il Comune nato dalla fusione di Montagne, Preore e Ragoli, richiama il numero dei comuni originari e le antiche “ville”, denominazione con la quale fino all’ 800 venivano chiamati i nostri paesi. Gli insediamenti degli attuali abitati di Montagne, Preore e Ragoli risalgono all’epoca romana (forse anche prima), come testimoniato dall’etimologia dei prediali Larzana, Bolzana e Cerana (caratterizzati dalla tipica desinenza -ana che i romani aggiungevano al nome del possessore di un fondo quale suffisso di pertinenza) e il ritrovamento di un sesterzio romano in località Prà da l’àsan.

Montagne

Il paese di Montagne (costituito dalle frazioni di Cort, Larzana e Binio), piccolo borgo d’alta quota che fa geograficamente parte della dorsale del Gruppo di Brenta, rappresenta un vero e proprio paradiso per gli amanti della natura, con le sue aree prative diligentemente falciate (Passo Daone, Manez) e i suoi scorci mozzafiato sulle valli e le cime circostanti.

Preore

Sulla sponda sinistra del fiume Sarca, troviamo Preore, piccolo borgo dal glorioso passato: nel XV secolo fu infatti sede del Vicario del principe Vescovo e del Tribunale con competenza civile per le Giudicarie. Oggi il paesino, non privo di bellezze artistiche, come la chiesa di Santa Maria Maddalena, si propone come meta ideale soprattutto per chi ama lo sport e la natura, con sentieri immersi nel verde del bosco (ad esempio quello che raggiunge la stupenda località di Buston), una splendida palestra di roccia, un percorso vita e il bellissimo Parco al Poz, attrezzato con giochi anche per i più piccoli.

Ragoli

Anche Ragoli è situato sulla sinistra orografica del Sarca, all’imbocco con la Val D’Algone, che costituisce il principale accesso al Parco Naturale Adamello Brenta da sud-est. Il paese è formato dalle quattro frazioni di Vic, Bolciana, Fevri e Baltram alle quali si aggiungono quelle distaccate di Pez e Coltura, con le loro chiesette risalenti al Cinque/Seicento.
In passato il paese di Ragoli era conosciuto per le cave di un peculiare tipo di marmo nero (esposto anche al Naturhistorisches Musemum di Vienna), che veniva impiegato soprattutto nella costruzione di chiese. Da segnalare inoltre la Chiesa parrocchiale di San Faustino, con la sua facciata in stile barocco, e i magnifici affreschi dei Baschenis, che decorano interno ed esterno della chiesa cimiteriale dedicata ai Santi Faustino e Giovita.

Una menzione particolare spetta ai borghi di Cerana ed Iron, rimasti inalterati nella loro struttura architettonica ed urbanistica dal 1630, anno della celebre peste manzoniana.

Parte integrante del territorio del comune di Tre Ville è infine Madonna di Campiglio, adagiata in un’ampia conca tra le Dolomiti di Brenta (dal 2009 Patrimonio Unesco) e le alte cime dell’Adamello e della Presanella. La sconvolgente bellezza del territorio circostante fa sì che Madonna di Campiglio, tanto d’inverno quanto d’estate, sia una delle mete turistiche più famose dell’intero arco alpino.

Pagina a cura dell’Amministrazione comunale

Tel +39 0465 321133


Fax 0465324457


Mail info@comunetreville.tn.it


PEC comune@pec.comunetreville.tn.it


Siti WEB


http://www.comunetreville.tn.it/


Share This