Pinzolo è il maggior centro della Val Rendena, quello più esteso e quello più importante a livello turistico, grazie alla grande dotazione di servizi e impianti sportivi. Si compone di tre frazioni in cui risiedono circa 3.050 abitanti: Pinzolo, Sant’Antonio di Mavignola e Madonna di Campiglio, che si innalzato in quota dai 774 m di Pinzolo ai 1.681 m del valico alpino Passo Campo Carlo Magno. Gran parte del suo territorio è sotto la tutela del Parco Naturale Adamello Brenta.

Pinzolo

Adagiato ai piedi delle Dolomiti di Brenta e del Gruppo Adamello Presanella, Pinzolo è un borgo vivo e dinamico, in cui la vita del paese e i soggiorni dei turisti convivono, facendo dell’accoglienza il suo tratto caratteriale. Le piste da sci del Doss del Sabion e il collegamento con la Skiarea di Campiglio, i lunghi sentieri della vicina Val Genova e la pista ciclabile della Rendena, sono solo alcune delle proposte che questa località offre, sia alle famiglie che  ai giovani. Inoltre per i più sportivi lo stadio del ghiaccio, i voli in parapendio e la bike area di downhill.  Ma numerosi sono anche i punti di interesse culturale, tra cui spicca la antica chiesetta di San Vigilio.  Quest’ultima è famosa per l’affresco della Danza Macabra di Simone Baschenis del 1539, che rappresenta il ballo della morte, davanti alla quale tutti gli uomini sono uguali.

Inoltre, il nome di Pinzolo è da diversi anni legato ai grandi ritiri calcistici estivi del Trentino ed ha accolto importanti squadre di serie A come Juventus, Inter, Roma e Parma. Particolare rilevante: a Pinzolo fu istituito nel 1952 il primo Corpo di Soccorso Alpino Italiano.

Sant’Antonio di Mavignola

A 1.123 m, Sant’Antonio di Mavignola è un paesino immerso nel verde dove masi e prati ricordano le origini contadine di questo luogo, che è punto di partenza per le escursioni nel cuore del Parco. Da qui, infatti, è facile raggiungere a piedi le note Vallesinella, Val Brenta e Valagola, verso le Dolomiti, oppure la Val Nambrone e Ritort, sul versante adamellino. Poco distanti dall’abitato sono particolarmente suggestivi i masi di Pimont e i masi di Milegna che conservano il sapore della tradizione rurale antica. La fortificazione di Clemp, di fattura austroungarica, rimane a testimoniare le tragiche vicende della Grande Guerra che anche qui si consumarono.

Madonna di Campiglio

A 1.522 m, Madonna di Campiglio è una delle località sciistiche più rinomate e belle dell’Arco alpino. Nota come la “Perla delle Dolomiti”, questa stazione oggi patinata e glamour può contare su un passato signorile e leggendario. Se oggi è lo sci che traina l’economia della zona, in realtà fu il turismo estivo a scoprire la bellezza di questo luogo. A Campiglio venne fondata la Società degli Alpinisti Tridentini nel 1872 e qui erano soliti soggiornare gli imperatori d’Austria Sissi e Franz Josef che oggi spesso vengono evocati in importanti eventi mondani, come il Carnevale Asburgico o la Fiaccolata di inizio anno.

Pinzolo e le sue frazioni si distendono in un contesto naturalistico eccezionale, che gode di riconoscimenti Unesco come Dolomiti Patrimonio dell’Umanità e come Unesco Global Geopark e merita di essere conservato da un’area protetta tra le più attive e importanti d’Europa.

Pagina a cura dell’Amministrazione comunale

Tel +39 0465 509100


Fax 0465502128


Mail segreteria@comune.pinzolo.tn.it


PEC segreteria@pec.comune.pinzolo.tn.it


Siti WEB


http://www.comune.pinzolo.tn.it/

https://www.campigliodolomiti.it/


Share This