Affilati argini morenici posti ai lati del Ghiacciaio dell’Amola. Testimoniano le dimensioni e la posizione assunta dalla vedretta durante la Piccola Età Glaciale (PEG).

Le morene accumulate dal Ghiacciaio d’Amola fino alla seconda metà dell’ 800. Oggi sono un’importante testimonianza paleoambientale. Raccontano infatti le dimensioni del ghiacciaio in quell’epoca. Si riconoscono sui versanti della valle come accumuli di ciottoli e massi spigolosi immersi in un materiale più sottile. L’accumulo è affilato alla sommità. Questo geosito è collocato in un contesto ambientale in cui sono presenti altri tre geositi. Tutti testimoni dei più recenti processi glaciali locali (Ghiacciaio d’Amola, Rock glacier Cima Laeng e Rock glacier d’Amola). E’ raggiungibile con accesso preferenziale dalla Val Nambrone.  Il tempo di raggiungimento a piedi del sito è stimabile in circa 3 ore (difficoltà EE).

Share This