Tipiche morene della Piccola Età Glaciale (PEG), terminata a metà dell’’800, affilate e particolarmente ben conservate.

Le morene sono forme di accumulo spettacolari e significative dovute all’azione del ghiacciaio. Le morene laterali del Ghiacciao d’Agola sono costituite dai materiali erosi e spinti ai lati dal ghiaccio accumulatosi  durante la Piccola Età Glaciale (PEG). Delimitano in modo perfetto le dimensioni raggiunte dal ghiacciaio durante l’ultima fase di espansione, terminata attorno al 1850. Si tratta di due affilati cordoni disposti ai lati del ghiacciaio, la cui cresta è posta circa 40 metri più in alto della superficie attuale del ghiacciaio. Rappresenta uno dei quattro geositi censiti nella zona del rifugio XII Apostoli. La sua ubicazione in prossimità del rifugio e la presenza di altre tre importanti emergenze a carattere geomorfologico (Ghiacciaio d’Agola, Conca glaciocarsica XII Apostoli e Grotta Silvia) ne fanno un sito particolarmente adatto allo sviluppo di attività geoturistiche. Il tempo di raggiungimento a piedi del sito è superiore alle 4 ore (EE). Dal rifugio XII Apostoli è raggiungibile in meno di 30 minuti.

Share This