Il lago è color azzurro lattiginoso, si trova a quota 2612 m, profondo 26 m e si raggiunge a piedi dai laghi di Cornisello, in alta Val Nambrone. Alla fine dell’Ottocento era lambito dalla fronte del ghiacciaio di Cornisello. Il termine Vedretta, toponimo di origine preromana, è infatti sinonimo di ghiacciaio.

Il lago Vedretta è abbastanza esteso e dalla forma allungata, lungo 705 m e largo 275 metri. Ci appare di un colore azzurro intenso ma torbido, a causa del limo del ghiacciaio in sospensione. E’ circondato da rocce tonalitiche con evidenti segni di modellamento glaciale. A monte nella zona dell’immissario si trova un ampio delta sabbioso, creatosi in seguito alla deposizione dei fini limi glaciali. In questo ambiente severo, che appare molto ostile alle forme di vita, recenti ricerche hanno scoperto minuscoli organismi. Questi riescono a sopravvivere negli interstizi tra le particelle del sedimento.

Anche il lago Vedretta, che ci appare così remoto e apparentemente lontano dalle attività umane, ha fatto parte del progetto di sfruttamento idroelettrico dei laghi della Val Nambrone negli anni ’60.

Share This