fbpx

In una conca di roccia metamorfica ai piedi di pareti strapiombanti e imponenti, sorge un piccolo laghetto dalla forma grosso modo circolare a 2147 metri di quota. Il lago Laghisol si può raggiungere provenendo dall’alto dalla zona dei laghi di Valbona o risalendo lateralmente la Val di Breguzzo.

Il lago di Laghisol, con profondità che appare modesta e inferiore ai 5 m, giace su substrati di origine metamorfica. In particolare sulle antiche e lucenti rocce piegate dalle forti pressioni appartenenti al gruppo degli Scisti di Rendena.

Il lago appare incassato al cospetto della dorsale rocciosa che si diparte dal Creper di Stracciola (2344 m), le cui pareti rocciose presentano caratteristiche “strisce nere”. Queste sono dovute alla presenza di cianobatteri che colonizzano le pareti rocciose, ove vi sia sufficiente umidità per permettere loro di sopravvivere.

Avvicinandosi alle sponde colonizzate da muschi, piantine di Saxifraga stellaris e pennacchi rotondi, ci si imbatte facilmente in girini e piccole rane lungo la linea di riva. Non mancano inoltre alcuni insetti acquatici, tra cui molto abbondanti gli emitteri eterotteri del genere Arctocorisa.

(da Cantonati et al., Guida dei laghi del Parco, in stampa)

Scarica AdamelloBrenta l’App del Parco, per avere sempre con te le info su questo lago e su tutti gli altri punti di interesse del Parco.

Disponibile gratuitamente per IOS e Android.

Appstore  Playstore


Share This