Di chiara origine glaciale è molto caratteristico per la copertura di ghiaccio anche in giugno inoltrato. Scendendo dal passo Nambrone si abbraccia con lo sguardo lo specchio del lago che si trova alle spalle dell’Alta Val Nambrone, affiancato al minuscolo lago Gelato Piccolo e al gemello Lago Serodoli.

Il lago Gelato si trova a 2388 m di quota. Insieme ad altri quattro laghi alpini d’alta quota fa parte del famoso “Giro dei cinque laghi di Madonna di Campiglio”.

Il lago Gelato ha una profondità media di 10 m, mentre quella massima è di 30,5 m. Ha una superficie di 80379 m² ed è incastonato nella roccia tonalitica, vulcanica intrusiva. Si trova nell’anfiteatro montuoso che divide la Val Nambrone dai ghiacciai della Presanella.

Nel 2007 e 2008, insieme ad altri laghi d’alta quota in cui vive il Salmerino alpino, specifici monitoraggi ittici ed ambientali hanno permesso di approfondire la conoscenza delle caratteristiche delle popolazioni ittiche presenti. I dati raccolti nel lago Gelato hanno dimostrato che era privo di una comunità ittica residente. Negli anni seguenti quindi si è optato per immissioni di Salmerino alpino. Il lago infatti è idoneo per la riproduzione, ha disponibilità alimentari e soprattutto non presenta competizione con altre specie della fauna ittica. L’ottima qualità ambientale è inoltre testimoniata dall’elevata trasparenza delle sue acque.

Share This