fbpx

Conca glacio-carsica caratteristica per le morfologie carsiche superficiali e per la presenza di 3 grandi cavità sotterranee, tra cui la Grotta dello Specchio e il suo ghiaccio fossile.

La Conca dei Lasteri è un ampio anfiteatro scavato nella roccia dal ghiaccio accumulato nella forma carsica a scodella. A sua volta modellata dall’acqua di infiltrazione nelle fratture della roccia dolomitica. La conca è di interesse scientifico per l’esemplarità delle forme carsiche di superficie. Ma soprattutto per le grotte verticali che da essa si dipartono. In particolare la Grotta dello Specchio si apre in prossimità del Passo dei Camosci ai margini della conca. Si trova all’interno della formazione dei Calcari Grigi del Lias. La cavità si inoltra in direzione Est al di sotto della Conca dei Lasteri per circa 920 m con un dislivello di -71 m. Dall’angusto ingresso un breve e stretto meandro conduce a un ampio pozzo profondo 13 m. Qui si è accumulato il ghiaccio a partire dalla Piccola Età Glaciale, circa nella prima metà del 1500.

Il geosito è raggiungibile da Molveno mediante impianti di risalita fino in prossimità del rifugio Montanara. In alternativa percorrete la Valle delle Seghe, passando per il Rifugio Croz dell’Altissimo, per il Passo del Clamer e giunti al passo, seguite il segnavia che conduce alla conca glaciocarsica.

Il tempo di raggiungimento a piedi nel primo caso è stimato in circa 80 minuti, mentre nel secondo in circa 180-240 minuti.

Share This