Grotta di notevole sviluppo orizzontale e verticale (> 1000 m) con depositi profondi di ghiaccio. Dalla fine degli anni ’80 del ‘900 in poi si è registrata una progressiva e inesorabile diminuzione del volume di ghiaccio che, considerato l’andamento climatico attuale, potrà portare alla sua completa scomparsa nell’arco di pochi decenni.

La Grotta del Castelletto di Mezzo si apre a circa 2450 m di quota in prossimità dei rifugi Tuckett e Sella, nel cuore del Gruppo di Brenta. E´ caratterizzata da stretti condotti che si intersecano. Solo nella parte finale la cavità si allarga in una vasta sala abbellita da uno spettacolare muro di ghiaccio stratificato, alto quasi 25 metri. La temperatura della cavità è sempre prossima allo zero, sebbene in estate la circolazione d´aria dall’esterno permetta una modesta fusione del ghiaccio. L’imbocco della grotta è posto nelle vicinanze del rifugio Tuckett, poco sopra la base del Castelletto di Mezzo. L’accesso alla grotta e la progressione al suo interno è possibile solo con attrezzatura alpinistica e speleologica e richiede esperienza di progressione in grotta verticale.

E’ raggiungibile da Vallesinella, con partenza a piedi dal parcheggio presso l’omonimo rifugio, seguendo i sentieri fino ai rifugi Tuckett e Sella. Oppure da Passo Campo Carlo Magno tramite gli impianti di risalita fino al rifugio Grosté seguendo poi il segnavia verso i rifugi suddetti. Il tempo di raggiungimento a piedi, è di poco superiore ai 120 minuti.

Share This