Il ghiacciaio d’Amola (0,78 km2) è un “ghiacciaio nero”, ricoperto per più dei 2/3 da una coltre detritica che raggiunge anche 1 m di spessore. Ciò ne rallenta la fusione e permette la formazione dei “funghi di ghiaccio”, grandi massi sorretti da un gambo di ghiaccio. Vicino il ghiacciaio Amola I (0,02 km2).

Il ghiacciaio d’Amola e i principali ghiacciai del gruppo montuoso della Presanella si trovano nei pressi della montagna più alta di tutto il Parco, la Cima Presanella (3558 m) e della dorsale. Questa traccia il suo confine settentrionale con la Torre Scarazon, Monte Gabbiolo, Cima Vermiglio, Cima d’Amola, Cima Vedretta Nera, sorgono . Anch’essi, come quelli dell’Adamello subiscono le irrimediabili conseguenze del riscaldamento globale e sono in progressiva evoluzione e continuo ridimensionamento.

I ghiacciai della Presanella sono in numero inferiore e di minori dimensioni rispetto a quelli del vicino Adamello, a causa della diversa conformazione del rilievo.

Nuovo Catasto dei Ghiacciai Italiani (2015). Rilevamenti del 2011

Tipo: Montano (Pirenaico)
Forma: Vallone
Alimentazione: Diretta+Valanghe

Catasto C.G.I.: 644

Share This