fbpx

Lasciata la località Brenta Bassa si prosegue lungo la strada forestale e, poco dopo l’imbocco del sentiero SAT 323 per Baito di Brenta Alta, si inizia a risalire il primo gradone originato dal modellamento glaciale, questo tratto si chiama appunto Scala di Brenta. Il gradone roccioso costituisce il dislivello delle cascate di Brenta Bassa.

Il paesaggio è selvaggio e poco frequentato dall’uomo. Se siamo fortunati è possibile incontrare alcune tracce della presenza dell’orso. L’acqua delle cascate di Brenta bassa che in tarda primavera ed estate rinfresca la camminata di chi sale, durante l’inverno è un paradiso magico per chi ama arrampicare sul ghiaccio. Le Cascate Brenta Bassa diventano pareti di cristallo, delicate e forti. Il Crozzon di Brenta, come un’imperturbabile sentinella, veglia chi sale nel cuore delle Dolomiti di Brenta.

Share This