Cascata alimentata da una sorgente carsica emergente da una fessura nella roccia.

La cascata del Rio Bianco è una delle perle del Gruppo di Brenta. Ha origine da una sorgente carsica, che fa tornare alla luce le acque incanalate nelle profonde condutture naturali tra gli strati della roccia, dopo un percorso che ha inizio molto lontano, nelle zone d’alta montagna.

La sua particolarità è quella di essere intermittente. Cioè la sorgente è praticamente inattiva in autunno e inverno, mentre in primavera è nel pieno del suo splendore. Riversando quindi sulla rapida china un’incredibile quantità di acqua spumeggiante. Il complesso carsico comprende anche altre tre sorgenti, di portata minore. A valle delle cascate, l’acqua del rio alimenta una storica centrale idroelettrica e si getta infine nel fiume Sarca, immissario del Lago di Garda.

E’ raggiungibile partendo dalla Casa del Parco, nei pressi di Stenico. Una breve passeggiata con un leggero dislivello consente di raggiungere la cascata dopo circa mezz’ora di cammino. La passeggiata, ad anello, in totale dura circa un’ora di cammino, per 2,5 km di lunghezza.

Share This