fbpx

Tra le cascate più grandi e impressionanti delle Alpi: un muro d’acqua di 400 m. sotto il Ghiacciaio della Lobbia vi lascerà a bocca aperta.

Una delle più grandi meraviglie delle Alpi: un muro d’acqua di 400 metri scende luminoso e impetuoso creando un grande fragore. E’ la Cascata del Mataròt: una delle bellissime cascate della Val Genova. Da qui, salendo verso i 3000 metri, il panorama si fa entusiasmante: l’acqua si getta tra infinite distese di ghiaccio e gigantesche piramidi di roccia. La sua immensità sorprende soprattutto nelle giornate più calde di luglio e agosto, quando il Ghiacciaio della Lobbia rimane completamente scoperto dal manto bianco di neve invernale.

Per raggiungere la valle del Mataròt lasciate l’auto al parcheggio di Malga Bèdole e imboccate la stradina che raggiunge il Rifugio Bèdole. Arrivati al Ponte delle Cambiali, vertiginoso attraversamento in legno su una forra profonda, si risale a sinistra la Val Genova lungo un sentiero a gradoni e in 20 minuti si raggiunge Màndra Mataròt. Da qui una bellissima distesa di larici secolari accompagna lo sguardo lontano, sotto il ghiacciaio della Lobbia dal quale si stacca l’impetuosa cascata del Mataròt. In 40 minuti a piedi ci arrivate, poi il sentiero sale vertiginoso verso i 3000 m del Rifugio Lobbia Alta “Ai Caduti dell’Adamello”. Arrivare quassù è veramente un’esperienza unica per gli escursionisti appassionati di alta montagna.

 

 

Share This