Alcuni operatori del Parco Regionale del Beigua (Liguria), del Parco Nazionale d’Abruzzo, del Parco Regionale dell’Adamello (Lombardia),
del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino e del Parco Nazionale dello Stelvio sono stati ospiti, nei giorni scorsi, del Parco Naturale Adamello Brenta che ha promosso un incontro-confronto tra aree protette.

L’obiettivo? Condividere le diverse esperienze attivate
nell’affrontare temi comuni
quali l’educazione ambientale, il turismo sostenibile, le strutture per la divulgazione e la protezione della fauna. Durante il soggiorno, il Parco Naturale Adamello Brenta, coordinatore dell’iniziativa, ha proposto ai partecipanti un programma che ha alternato sessioni di formazione e confronto ad alcune uscite sul territorio con escursioni nelle valli dell’Adamello Brenta, dove sono state simulate alcune attività di educazione ambientale, e visita alla Casa del Parco a San Lorenzo in Banale, al Castello di Stenico e allo spazio espositivo “Na migola de Museo” curato da Gino Sicheri a Stenico.

L’incontro è stato giudicato proficuo da tutti i partecipanti, che hanno auspicato il proseguimento dell’esperienza per favorire il più possibile la creazione di una rete tra parchi attraverso l’istituzione di gruppi di lavoro operativi su temi specifici.

L’Adamello Brenta, per stimolare ulteriormente la neonata rete, ha proposto ai parchi di aderire al progetto “Junior ranger” promosso da Europarc. L’iniziativa prevede, oltre ai percorsi didattici attivati all’interno delle scuole primarie, la possibilità, per i “Junior ranger” (così sono chiamati i bambini che prendono parte al progetto), di partecipare a campus estivi in parchi aderenti al medesimo progetto.

Il Parco Regionale del Beigua, co-ideatore dell’iniziativa appena conclusa, si è candidato ad ospitare, nel 2009, la seconda edizione dell’incontro tra parchi.

Share This