fbpx
Seleziona una pagina

Nell’ambito delle misure previste dal PSR 2014-2020 della Provincia autonoma di Trento stanno proseguendo i monitoraggi intensivi di due delle specie della Direttiva Habitat con la supervisione e il coordinamento del professionista Eugenio Carlini, incaricato dal Parco per il triennio 2019-2021. L’obiettivo di tali studi è cercare di capire lo stato di conservazione di due specie che rivestono una particolare importanza nel contesto Natura 2000: aquila reale e francolino di monte.

Per la stagione 2020 il lavoro sul campo si è concentrato sulla prima delle due specie ed è stato condotto, in particolare, nei mesi scorsi anche dal personale dell’Unità di Ricerca Scientifica ed Educazione Ambientale del Parco, coadiuvati anche da Michele Zeni e Giuliana Pincelli. Nel periodo legato alla riproduzione e alla cova delle uova l’obiettivo era quello di cercare di capire i nidi occupati dal rapace e contestualmente il successo riproduttivo. Prossimamente le valutazioni si porranno come fine ultimo quello di definire le aree di caccia frequentate dei rapaci e contestualmente le aree occupate dalle coppie stabili e dagli altri esemplari.

Share This