fbpx

Il 12 febbraio si celebra nel mondo il Darwin Day. Il giorno della nascita di Charles Darwin, diventa così l’occasione per ricordare la teoria dell’evoluzione e l’importanza della biodiversità. Quest’anno il Dipartimento di Scienze Biologiche dell’Università di Bologna ha organizzato addirittura un mese di appuntamenti proprio per ripercorrere lo storico viaggio intorno al mondo che Darwin affrontò sul brigantino Beagle tra il 1831 al 1836.

Nel pomeriggio di giovedì 13 febbraio, presso la prestigiosa aula Ghigi di Bologna, il responsabile del Settore Ricerca Scientifica ed Educazione Ambientale del Parco, Andrea Mustoni, è stato invitato ad intervenire nella conferenza dedicata all'”Evoluzione dei grandi vertebrati”. Andrea Mustoni, Paolo Ciucci, dell’Università Sapienza di Roma, e Giorgio Bertorelle, dell’Università degli Studi di Ferrara, hanno ricostruito la situazione delle due piccole popolazioni di orso bruno in Italia, quella dell’orso bruno delle Alpi e quella dell’orso bruno marsicano. In modo particolare, Mustoni ha presentato il progetto di reintroduzione promosso dal Parco Naturale Adamello Brenta sulle Alpi, la storia che lo ha caratterizzato, l’attuale impegno del Parco nella conservazione della specie e le prospettive di sopravvivenza.

E’ stato per noi un onore poter portare il nostro contributo alle celebrazioni del Darwin Day di Bologna e mettere in luce anche l’efficacia dei progetti di reintroduzione per la salvaguardia delle specie viventi.

Gli appuntamenti del Darwin Day 2020 a Bologna proseguiranno fino al 5 marzo.

Approfondimenti al seguente link:
https://magazine.unibo.it/archivio/2020/02/04/il-grande-viaggio-dell2019evoluzione-un-mese-di-appuntamenti-a-bologna-per-il-darwin-day

 

Share This