Venerdì 29 ottobre in Val Rendena si è svolto un importante incontro di presentazione del Distretto Famiglia della Rendena al territorio, durante il quale è stata anche ufficializzata l’entrata del Parco Naturale Adamello Brenta nell’Accordo di area con la firma del nuovo Presidente Caola.

La giornata si è svolta in due momenti. La mattina a Caderzone Terme, presso il Palazzo Bertelli, dalle 9.30, si è tenuto un workshop aperto ai Comuni e ai Distretti che hanno acquisito lo standard Family in Trentino o intendono acquisirlo. Il workshop era finalizzato ad offrire un aggiornamento sui requisiti obbligatori e facoltativi previsti dallo standard provinciale ed un confronto di esperienze e di buone pratiche.

Alla giornata di studio hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni che hanno acquisito lo standard “Family in Trentino” e molti rappresentanti dei Comuni interessati ad acquisirlo. Ai lavori sono stati inoltre invitati a partecipare i rappresentanti del Consiglio delle Autonomie, del Parco Naturale Adamello Brenta, dell’Istituto Regionale Lombardo e dell’Università di Bologna.

Nel pomeriggio. a Giustino, si è svolto invece un momento più “istituzionale” in cui, alla presenza dell’Assessore provinciale alle politiche sociali, Ugo Rossi, e della neoeletta Presidente della Comunità delle Giudicarie, Patrizia Ballardini, sono state poste nuove sottoscrizioni all’Accordo di area del “Distretto famiglia alta Val Rendena”. Gli interessati in questo caso erano il Parco Naturale Adamello Brenta, quattordici hotel della Rendena, la Consigliera di Parità, le Terme Val Rendena, la Cooperativa L’Ancora, Il Golf  Rendena, i Comuni di Darè, Vigo Rendena e Bocenago e l’Associazione “Artigianato Artistico” del Trentino. Da quando l’Accordo è stato siglato nel gennaio scorso, il Distretto è cresciuto velocemente passando dai dieci enti firmatari iniziali ai trenta sottoscrittori attuali.

Con l’occasione sono stati inoltre assegnati i marchi Family in Trentino a numerosi enti e aziende locali, secondo le seguenti categorie:
– Categoria “Comuni”: Comuni di Pinzolo, Giustino, Carisolo e Massimeno
– Categoria “Pubblici esercizi”: Rifugio “Prà Rodont”; Rifugio “Doss del Sabion”; Ristorante “La Botte”
– Categoria “Musei”: Case del Parco Naturale Adamello Brenta
– Categoria “Servizi per crescere assieme al supporto della vita familiare”: Villa Santi del Parco Naturale Adamello Brenta
– Categoria “Ski family in Trentino”: Funivie Pinzolo Spa
– Categoria “Altre iniziative”: noleggio “Il comodo Sci”

Le Case del Parco e Villa Santi hanno ottenuto il marchio grazie a nuove piccole accortezze che si sono aggiunte alle già molto attente proposte del Parco per le famiglie. Oltre a tariffe d’ingresso veramente simboliche e all’offerta di contenuti educativo-didattici di grande interesse per le famiglie, nelle Case del Parco e a Villa Santi si potranno trovare dalla prossima stagione di apertura, gli angoli fasciatoio per le neomamme, la possibilità di dissetarsi in caso di necessità, lo Spazio “Ascolto” per fare segnalazioni o dare consigli.

Per quanto riguarda Villa Santi è stata inoltre riconosciuta la funzione di conciliazione offerta alle famiglie con i “Soggiorni Verdi” realizzati quest’estate in collaborazione con la cooperativa sociale L’Ancora e la società sportiva Virtus Giudicariese.
 

Share This