Una colorata comitiva ha animato questo lunedì mattina di lavoro al Parco con una graditissima visita agli uffici della sede di Strembo. Si trattava dei provetti Junior Ranger di quarta e quinta della Scuola Primaria di Madonna di Campiglio che, accompagnati dalle maestre Annalisa e Laura, con tanta curiosità, oggi si sono cimentati in un’esplorazione diversa da quelle a cui sono abituati. 
In compagnia della geologa Vajolet e della Guardiaparco Giuliana, i ragazzi hanno perlustrato l’edificio partendo dal Front Office, dove hanno conosciuto Michele e Vera. Stampando un bel timbro protocollo sul proprio quaderno, i JR hanno appreso alcune tra le funzioni della segreteria del Parco e sperimentato la registrazione della corrispondenza. 

I bimbi hanno continuato la visita agli Uffici Amministrativi e sono poi saliti al primo piano, accolti da Presidente Caola Direttore Zoanetti che li hanno fatti accomodare al grande tavolo dove si riunisce la Giunta. Qui, è stato spiegato loro quali sono gli organi istituzionali del Parco e le loro funzioni.
Sono poi passati a visitare l’Ufficio Tecnico e, come perfetti Ranger, hanno consegnato a Bruno, Federico e Gigi le “Schede di segnalazione” riguardanti la loro area di studio, Vallesinella, in cui hanno rilevato il danneggiamento di un tabellone informativo durante un’uscita lo scorso autunno. Dopo aver strappato la promessa di ripristinarlo al più presto, i bimbi sono passati all’Ufficio Ambientale. Pino ha spiegato loro le competenze dell’ufficio, ha consegnato le Schede di segnalazione e la Dichiarazione Ambientale EMAS, di seguito, tramite le frecce indicatrici che si incontrano lungo i sentieri all’interno dell’area protetta, i JR hanno compreso l’importanza della mobilità in Vallesinella e della rete sentieristica curate da Matteo

Flavio, Catia e Chiara hanno poi dato loro il benvenuto all’Ufficio Comunicazione dove, attraverso esempi pratici, i bimbi hanno potuto capire come vengono realizzati gli strumenti di divulgazione con cui il Parco comunica con l’esterno: le brochure, i volantini, i roll-up, la rivista, il sito internet,…
Saliti al secondo piano, all’Ufficio Fauna, i piccoli visitatori hanno consegnato la Scheda di monitoraggio faunistico occasionale, compilata dopo un fortunato avvistamento di un’aquila in Vallesinella Alta. Andrea, Filippo e Maria hanno spiegato come vengono utilizzate queste schede, e Filippo ha mostrato il pennario e la traccioteca, con cui si conservano le penne degli uccelli e le tracce degli animali che si rilevano durante le uscite nel Parco.
Infine, i ragazzi hanno fatto un saluto veloce all’Ufficio Didattica di cui conoscevano già gran parte delle educatrici ambientali.

Dopo aver scoperto questo angolo di Parco poco conosciuto, i bimbi e le insegnanti hanno lasciato la sede più consapevoli delle attività e persone che vi lavorano. Ai nostri piccoli Junior Ranger, come perfetti Guardiaparco, spetta ora il compito di parlare dell’importanza del Parco ai giovani delle aree protette, in modo particolare ai loro due compagni e alla maestra Anita che non hanno potuto accompagnarli in questa gita.
Il Progetto Junior Ranger, rivolto alle scuole, punta a educare i più giovani circa il ruolo, le ricchezze e il lavoro delle aree protette locali e sull’importanza dei parchi. Conoscendo e approfondendo il ruolo e l’attività dei “Ranger”, ovvero i nostri Guardiaparco, i ragazzi “Junior Ranger” adottano un territorio del proprio Comune, divenendone custodi attivi, e maturano la responsabilità della sua tutela.

Share This