Seleziona una pagina

Per gli appassionati di Scienze della Terra ma anche per tutti quelli che hanno voglia di scoprire le meraviglie geologiche del Parco Naturale Adamello Brenta in maniera divertente, sabato 19 luglio alle ore 17.00 sarà inaugurata la nuova Casa del Parco “Geopark” di Carisolo. Il settimo centro visitatori del Parco apre a tutti la possibilità di comprendere un tema a volte non semplice attraverso plastici, diorami, esperimenti interattivi, postazioni multimediali. Di grande effetto sono anche i video su maxischermo che invogliano ad andare appena possibile a vedere dal vivo la grande varietà di rocce e ambienti geologici dei due massicci montuosi che hanno permesso nel 2008 al Parco Naturale Adamello Brenta di essere riconosciuto come “Geoparco” a livello internazionale. 
Punto di forza dell’esposizione è la ricostruzione fedele di una grotta carsica con suoni e rumori reali, ma sono molte le installazioni sperimentali presenti, per esempio si possono vedere trote e salmerini negli acquari che ricreano la vita nel torrente e nel lago, la dinamica di creazione delle marmitte dei giganti, una selezione di minerali e fossili da esaminare sotto una lente scorrevole e si può manovrare con un joystick il sorvolo virtuale delle cime e delle valli del Parco.
Il Presidente Antonio Caola ribadisce la volontà di mettere in rete le Case del Parco con tutte le offerte culturali dell’intero territorio del Parco per far sì che unendosi ci si possa affermare come destinazione di alto interesse culturale oltreché naturalistico e sportivo, per cui possa valere la pena fare anche un lungo viaggio. Il Direttore del Parco Roberto Zoanetti è molto soddisfatto di questo nuovo centro realizzato grazie ad una vincente collaborazione con il Comune di Carisolo che permette al Parco di coronare il riconoscimento di Geoparco con una struttura dedicata e si augura che possa diventare, insieme alla Casa di Spiazzo, patrimonio di tutta la Rendena. 

Il 19 luglio sarà anche la giornata di apertura della rassegna “Sui passi dei grandi pionieri a 150 anni dalla conquista: Adamello, Presanella, Brenta” organizzata in collaborazione con il Comune di Carisolo, l’ApT Madonna di Campiglio – Pinzolo – Val Rendena, la Pro loco di Carisolo, la Fondazione Maria Pernici – Antica Vetreria e l’Accademia della montagna del Trentino. La rassegna ha posto in calendario fino al 18 settembre numerosi appuntamenti tra trekking, concerti, incontri culturali, approfondimenti che si terranno parte a Carisolo e parte a Madonna di Campiglio, sia nei centri abitati che in quota. Durante l’inaugurazione della Casa sarà aperta anche la mostra fotografica “Centocinquanta. 1864 – 2014: la nascita dell’alpinismo in Trentino” realizzata per il Filmfestival della Montagna su iniziativa della SAT – Biblioteca della Montagna e che rimarrà esposta alla Casa del Parco fino al 2 agosto quando sarà sostituita dalla mostra fotografica UNESCO “Dolomiti. Arte nella Natura”.A chiudere l’inaugurazione sarà presentato il libro “Ad est del Romanticismo. 1786 – 1901: alpinisti vittoriani sulle Dolomiti” a cura degli autori Fabrizio Torchio e Riccardo Decarli

La Casa rimarrà aperta fino al 14 settembre secondo i seguenti orari:
tutti i giorni 14.00 – 18.00 – 20.00 – 22.00.

Il costo dell’ingresso è simbolico (1 Euro) mentre è gratuito per i possessori di ParcoCard e DoloMeetCard, per i bambini fino ai 12 anni accompagnati, per chi presenta ricevuta di un parcheggio/bus navetta/trenino/attività del Parco e per i residenti in uno dei 39 Comuni del Parco.

Per informazioni: 0465.503053 – info@pnab.it

Share This