Seleziona una pagina

Con la fortuna di avere il sole ad accoglierci, ieri, 9 ottobre, è stato inaugurato il nuovo sentiero in Val di Borzago.
Dopo i saluti del presidente del Parco, Antonio Caola, del direttore del Parco, Roberto Zoanetti, del sindaco di Pelugo, Stefano Pietro Galli, quello di Spiazzo Michele Ongari, i rispettivi Vicesindaco Alberto Ongari e Angelo Capelli, del presidente dell’ASUC di Borzago, Claudio Capelli, del Dirigente scolastico Fabrizio Pizzini, le classi IV e V delle scuole primarie di Spiazzo e Darè e un buon gruppo di persone locali incuriosite dall’evento, hanno percorso i circa 5 chilometri di sentiero in due orette abbondanti, dalla passerella di Cornicli, tutta in larice, fino alla passerella in acciaio di Malga Coel. Sulla via del ritorno, al Pian della Sega, la Georock, la ditta che ha effettuato la maggior parte dei lavori di sistemazione del tracciato, ha offerto il pranzo per tutti.
Ai bambini è stato poi chiesto di lavorare in gruppi per ideare un nome appropriato al sentiero e una commissione interna al Parco, tra le sei proposte, ha scelto “Tutto il bosco in un sentiero”. Questo nome, infatti, evoca e descrive bene la complessità di questo sentiero che riesce a proporre molti degli elementi caratteristici dei nostri boschi: la ricca vegetazione con una notevole presenza di muschi, l’intensa umidità data dal Rio Bedù ma anche dai suoi numerosi affluenti che si incontrano, gli scorci sulle alture circostanti e soprattutto sul Carè Alto, le rocce di tonalite tipiche del gruppo dell’Adamello, le surgive e vari tipi di fondo (roccioso, fogliato, spugnoso).
“Tutto il bosco in un sentiero” è ora aperto ufficialmente a chiunque abbia voglia di fare una passeggiata in una delle valli più selvagge e belle del Parco. Potrà essere percorso durante quasi tutto l’anno e sarà adatto anche alle escursioni con le racchette da neve. Per il Parco rappresenterà, un nuovo elemento di un più grande sistema di offerta naturalistica comprendente le due nuove case del Parco “Acqua Life” di Spiazzo e “Geopark” di Carisolo.