Anche il Parco Naturale Adamello Brenta partecipa alla sesta edizione di “Mediterre”, manifestazione di cultura ambientale che, su iniziativa della Regione Puglia in collaborazione con Federparchi, si svolge da oggi a sabato 30 gennaio presso la Cittadella della cultura di Bari.
Alla quattro giorni di approfondimento e riflessione sul valore delle risorse ambientali, della biodiversità e dell’approccio sostenibile delle attività umane all’ambiante, parteciperà anche la ministra dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Stefania Prestigiacomo, mentre il presidente del Pnab Antonello Zulberti, nonché vicepresidente di Federparchi, coordinerà l’importante convegno di domani su “Turismo e sostenibilità: i parchi come prodotto”, che vedrà anche la partecipazione della ministra del turismo Michela Vittoria Brambilla. Attraverso i contributi di docenti universitari, tecnici di parchi e istituzioni nazionali e internazionali (Spagna, Libano) si focalizzerà l’attenzione sui parchi come prodotto turistico, analizzando “il ruolo delle istituzioni”, “il mercato e il ruolo delle imprese” e “il punto di vista dei tour operator”.
Il direttore del Parco Naturale Adamello Brenta Claudio Ferrari e Ilaria Rigatti, responsabile della Cets (Carta europea del turismo sostenibile) adottata cinque anni fa dal Parco, sono invece stati invitati a presentare, nell’ambito del workshop “Le potenzialità della Carta europea del turismo sostenibile nelle aree protette”, l’esempio del Pnab che ha implementato la Cets facendola diventare un importante strumento di metodo e operativo per attuare progetti di turismo sostenibile in concertazione con il territorio.
“Mediterre” è una manifestazione dedicata ad autorità nazionali e locali, enti di gestione, istituzioni scientifiche, imprese ed associazioni che operano nella tutela delle risorse naturali e nella promozione dello sviluppo sostenibile. Inoltre l’iniziativa coinvolge i cittadini e li stimola alla riflessione sui temi ambientali. Grande rilievo è riservato ai convegni tecnico-scientifici, agli eventi culturali e a specifici seminari per favorire nuove relazioni tra istituzioni, gestori ed operatori del settore.
Il titolo di questa sesta edizione è “Sostenibili. Adesso”, in quanto l’evento intende proporsi come occasione per riflettere sul valore delle nostre risorse ambientali, sull’emergenza globale ecologica che rischia seriamente di comprometterle e sulla possibilità di fare il meglio per tutelarle come tentano di fare, già ora, le aree protette.

Share This