FASE II – Il mondo imprenditoriale

La FASE II della Carta Europea del turismo sostenibile ha come principali protagonisti gli operatori privati locali. L’obiettivo strategico è di rafforzare e promuovere un modello di sviluppo eco-turistico che favorisca una migliore gestione del territorio e incentivi il rafforzamento di una fitta rete sociale.

Visto il considerevole numero di parchi italiani certificati, Europarc Federation aveva fortemente caldeggiato l’avvio della fase II anche in Italia. Sfida raccolta da Federparchi e concretizzata in una strategia di accompagnamento delle Aree Protette. L’avvio sperimentale ha interessato il nostro Parco coinvolgendo direttamente le Aziende del territorio attestate con il marchio  Qualità Parco.

 

Nel 2015, alle Cantine Ferrari a Trento, 21 Aziende Qualità Parco sono state insignite ufficialmente, prime in Italia, dell’attestazione CETS alla presenza di Mauro Gilmozzi, Assessore alle infrastrutture e all’ambiente della Pat e di Giampiero Sammuri, presidente di Federparchi-Europarc Italia. Ad oggi in Europa sono circa 450 le aziende locali attestate, distribuite in 25 aree protette tra Spagna, Francia, Regno Unito, Finlandia e Italia.

Nel Parco Naturale Adamello Brenta  l’attestazione CETS FASE II si è unita al progetto Marchio di Qualità Parco entrambi regolati da un unico disciplinare.

 

 

Share This