Cos’è CETS?

Come nasce?

logo carta europea del turismo sostenibileLa Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS) rientra nelle priorità mondiali ed europee espresse dalle raccomandazioni dell’Agenda 21, adottate durante il Summit della Terra a Rio nel 1992 e dal 5° programma comunitario di azioni per lo sviluppo sostenibile. Fa parte delle prorità del programma di azioni “parks for life” dell’Unione Mondiale per la Conservazione della Natura (UICN).
Si conforma ai principi enunciati dalla Carta Mondiale del turismo sostenibile, elaborata a Lanzarote nel 1995.

La CETS è stata elaborata dalla Federazione EUROPARC, un’organizzazione pan-europea politicamente indipendente costituita da Enti di gestione e specialisti di più di 400 aree protette nazionali di oltre 35 paesi e rappresenta il riferimento obbligatorio della politica turistica delle aree protette dell’Unione Europea. E’ il risultato di una prima riflessione, avviata nel 1991 dalla Federazione Europarc che ha portato alla pubblicazione del rapporto “Loving them to death”.

Che cos’è?

La CETS è prima di tutto uno strumento di metodo per la definizione delle linee di indirizzo e del giusto procedimento per incoraggiare un turismo che sia sostenibile per le aree protette e, al contempo, attraente per il mercato. Obiettivo ambizioso della Carta è quello di far dialogare insieme, per condividere un progetto, i gestori del Parco, gli enti territoriali coinvolti nel suo territorio, le aziende turistiche locali e i tour operator. Si tratta quindi di una vera e propria sfida.
L’adesione alla carta europea permette al territorio di armonizzare e valorizzare le forme di economia presenti e di garantire un’adeguata qualità della vita della popolazione locale.

Per maggiori approfondimenti visitare il sito di EUROPARC Federation e EUROPAC Sezione Italia nella sezione Carta Europea del Turismo Sostenibile

Share This