Seleziona una pagina

Prosegue il progetto di educazione ambientale #AllTogether di Parco Naturale Adamello Brenta e LAV–Lega Anti Vivisezione, che ha tra i suoi obiettivi la convivenza pacifica fra orso e uomo, diffondendo informazione puntuale e “mirata” tanto ai turisti quanto alla popolazione residente. Oggi il presidente del Parco, Walter Ferrazza, e il responsabile nazionale dell’area Animali Selvatici della LAV, Massimo Vitturi, hanno incontrato nella sede di Strembo del Parco, Mauro Collini, presidente del Consorzio turistico Pro Loco val Rendena, a cui hanno consegnato alcune migliaia di tovagliette in carta che richiamano alla convivenza con l’orso e gli altri animali selvatici.

Le tovagliette, dotate di un QR-code che riporta ad una pagina web informativa, vogliono ricordare ai clienti degli esercizi di ristorazione, delle feste e degli eventi conviviali organizzati sul territorio che sono spesso le azioni dell’uomo a determinare le reazioni degli orsi, ribadendo la necessità di adottare comportamenti responsabili in un territorio come quello del Parco.

Attraverso il Consorzio le tovagliette saranno distribuite alle 13 Pro Loco della valle che vi aderiscono, da Ponte di Rendena a Madonna di Campiglio, con oltre un migliaio di soci. Saranno utilizzate quindi in maniera capillare in tutte le prossime manifestazioni, sagre, feste campestri e quant’altro, raggiungendo quindi, con il loro invito alla “buona convivenza”, molti cittadini e turisti.

“Proseguiamo nel nostro impegno per informare i cittadini, residenti e non, sulla ricchezza rappresentata dalla fauna selvatica presente all’interno del Parco Naturale Adamello Brenta – spiega il presidente del Parco, Ferrazza – consapevoli come siamo che la convivenza deve partire in primo luogo da noi uomini, che con i nostri comportamenti possiamo davvero fare la differenza. Ma per adottare comportamenti corretti dobbiamo essere innanzitutto informati; ben vengano dunque questa e altre iniziative, in grado di accrescere la consapevolezza delle sfide e delle opportunità che la presenza dell’orso nelle nostre valli porta con sé, e che aiutino tutti gli attori del sistema, compresi gli operatori turistici, a fare rete”.

“Se con i kit distribuiti nei parcheggi possiamo sensibilizzare  soprattutto i tanti turisti che visitano le valli del Parco, in particolare durante la stagione estiva – sottolinea Vitturi, responsabile nazionale LAV Area Animali Selvatici  – con la collaborazione del Consorzio possiamo coinvolgere  anche i residenti che, grazie a questa tovaglietta, saranno stimolati ad adottare comportamenti responsabili per favorire la convivenza pacifica con gli orsi. E’ questo un aspetto particolarmente importante: coinvolgere le comunità locali e farle sentire partecipi è fondamentale per la riuscita del progetto #AllTogether che vuole diffondere il più possibile informazioni per favorire la convivenza con gli orsi”.

“Il Consorzio nutre un profondo rispetto per tutti gli animali – spiega a sua volta il presidente Collini, alla guida del Consorzio delle Pro Loco della val Rendena dal 2006  – e ha visto fin da subito con favore questa iniziativa, che punta a migliorare la consapevolezza dei cittadini nei confronti della fauna selvatica. La nostra collaborazione con il Parco Adamello Brenta, del resto non nasce oggi. Abbiamo già collaborato in passato e intendiamo continuare a farlo in futuro, nell’interesse dell’ambiente, del territorio, e del turismo sostenibile”.

In questi giorni, le tovagliette vengono diffuse dal personale del Parco nei principali rifugi. I “bear ambassadors” della LAV, invece, continuano a distribuire ai visitatori che si presentano ai parcheggi di attestamento gestiti dal Parco il kit con il materiale informativo sui comportamenti corretti da tenere in un’area popolata di fauna selvatica (orsi e non solo), assieme a sacchetti in materiale biodegradabile per riportare a valle i rifiuti per poi smaltirli correttamente.

surgiva