I Parchi e le Reti di Riserve del Trentino sono da sempre impegnati, oltre che in progetti di conservazione attiva e ricerca, anche nell’offrire esperienze di qualità per conoscere l’ambiente naturale. Si rivolgono a chi in Trentino ci vive ma anche a chi vi trascorre una vacanza. Anche quest’anno Parchi e Reti di Riserve hanno allestito ed organizzato ricchi calendari di attività, molte delle quali volte a fare “riscoprire” i valori delle foreste dopo gli schianti della tempesta Vaia. Sono quasi un migliaio le iniziative programmate. L’illustrazione in una conferenza stampa alla quale sono intervenuti l’assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione Mario Tonina; il dirigente provinciale del Servizio sviluppo sostenibile e aree protette e Direttore del Parco Nazionale dello Stelvio Romano Stanchina; l’assessore con competenza in marketing e comunicazione del Parco Naturale Adamello Brenta Matteo Masè; il presidente del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino Silvio Grisotto; il presidente del Parco Naturale Locale Monte Baldo Christian Perenzoni.

Chi visiterà il Parco Naturale Adamello Brenta sentirà parlare molto, la prossima estate, di cambiamenti climatici. Lo annuncia Matteo Masè, assessore con competenza in marketing e comunicazione di un Parco che, da solo, copre circa un sesto dell’intero territorio provinciale: “Siamo convinti che l’ambiente possa essere una risorsa per tutto il Trentino”. Una risorsa per chi visterà il Parco Adamello Brenta è anche l’App ufficiale del PNAB (scaricabile da www.pnab.it/app) sulla quale si potranno trovare tutti gli orari e le tratte coperte dal servizio di trasporto pubblico; novità per i residenti il parcheggio gratuito se muniti di pass rilasciato dal Comune.

Dal 1° giugno al 30 settembre, il Parco Naturale Adamello Brenta propone nel programma “Un’estate da Parco” circa 300 attività condivise e organizzate con le Apt d’ambito, i Consorzi turistici, le Amministrazioni comunali, le Regole di Spinale e Manez, l’A.N.A.Re, le Guide alpine e il MUSE. Tra facili camminate ed escursioni più impegnative, sulla scia del successo della Conferenza Mondiale dei Geoparchi UNESCO, quest’anno si è voluto valorizzare il patrimonio geologico con nuove iniziative. Con gli esperti del Parco si andrà quindi alla scoperta di luoghi speciali in cui leggere il paesaggio e le rocce, come le infinite praterie del Pian della Nana o l’alta Val Genova.

Tra le novità vi sono anche la mostra “Montagne Verdi” allestita al Paladolomiti di Pinzolo fino al 20 agosto e i “Martedì del Parco”, conversazioni sulla natura su tematiche attuali riguardanti la natura. Il prossimo sarà il 2 luglio a Tuenno sulle piante invasive.

Confermati grazie all’alto gradimento che registrano ogni anno le attività “Sugli alpeggi della Rendena”, con pranzo e degustazioni offerti, “In ricerca con il Parco” per calarsi nei panni degli scienziati, “Cicatrici di guerra”, sulle trincee delle Val Genova leggendo diari dei soldati in collaborazione con la Biblioteca di Pinzolo, e i laboratori in Val di Tovel con il MUSE per scoprire i misteri del lago.

CLICCA QUI PER SCOPRIRE LE ATTIVITA’ ESTIVE DEL PARCO NATURALE ADAMELLO BRENTA

CLICCA QUI PER SCOPRIRE TUTTE LE ATTIVITA’ DELLE AREE PROTETTE DEL TRENTINO

CG/

 

Share This