Select Page

Glacial-karst basin, with evident forms of superficial karst flanked by recent glacial deposits belonging to the Little Ice Age.

The basin of the XII Apostles is a vast area in the upper Val Nardis. It is surrounded by the peaks Ambiez (3096 m), Val d’Agola (2966 m) and Pratofiorito (2909 m).

The profile of the valley is characterized by steps due to a structure crossed by some important faults. This structure, aided by the carbonatic nature of the outcropping rocks, has favored the development of imposing glacio-karstic morphologies. The latter are dominated by large depressions shaped by karst and deepened by ice. Their dimensions are between 150-700 m and up to 20 m deep.  At higher altitudes, set against the walls, are the small circus glaciers of the XII Apostoli, Agola and Prato Fiorito. Downstream of their current fronts there are recently deglacialized areas. Here we can observe large surfaces of mountainous rocks, where the lateral-frontal moraines of the Little Ice Age are clearly evident.

Karstism finds its maximum expression in the wide and numerous glacioKarst depressions. However, it is also divided into narrow karst  sinkholes and various types of superficial microforms, such as shower grooves, grooves, interlayer cavities, corrosion trays, holes and karst crevices.

Preferential access to the basin of the Apostles: from Valagola, starting on foot from the parking lot at an altitude of 1300 m, following the signs indicating the basin. Or from Mount Dos del Sabion, it can be reached via the ski lifts from Pinzolo, following the path to the XII Apostoli Refuge. In both cases the time to reach the site on foot is more than 4 hours (EE). From the XII Apostoli Refuge it can be reached in a few minutes.

La conca dei XII Apostoli è una vasta area corrispondente all’alta Val Nardis. E’ delimitata a monte dalle Cime d’Ambiez (3096 m), di Val d’Agola (2966 m) e Pratofiorito (2909 m).

Il profilo della valle è caratterizzato da gradoni dovuti a una struttura attraversata da alcune importanti faglie. Questa struttura, complice la natura carbonatica delle rocce affioranti, ha favorito lo sviluppo di imponenti morfologie glacio-carsiche. Quest’ultime sono dominate da grandi depressioni modellate dal carsismo e approfondite dal ghiaccio. Le loro di dimensioni sono comprese tra i 150-700 m e profonde fino a 20 m. Alle quote più elevate, incastonati a ridosso delle pareti, si trovano i piccoli ghiacciai di circo delle Vedrette dei XII Apostoli, d’Agola e di Prato Fiorito. A valle delle loro attuali fronti vi sono le aree recentemente deglacializzate. Qui si osservano ampie superfici di rocce montonate, dove sono ben evidenti le morene latero-frontali della Piccola Età Glaciale.

Il carsismo trova la sua massima espressione nelle ampie e numerose depressioni glaciocarsiche. Tuttavia si articola anche in stretti inghiottitoi carsici e svariate tipologie di microforme superficiali, come ad esempio solchi a doccia, scannellature, cavità di interstrato, vaschette di corrosione, fori e crepacci carsici.

Accessi preferenziali alla conca degli Apostoli: da Valagola, con partenza a piedi dal parcheggio posto a quota 1300 m, seguendo i segnavia indicanti la conca. Oppure dal Dos del Sabion è raggiungibile tramite gli impianti di risalita da Pinzolo, percorrendo il sentiero verso il rifugio XII Apostoli. In entrambi i casi il tempo di raggiungimento a piedi del sito è superiore alle 4 ore (EE). Dal rifugio XII Apostoli è raggiungibile in pochi minuti.