fbpx

Potranno essere presentate al Parco entro il 30 giugno le domande di contributo per lo sfalcio dei prati all’interno dell’area protetta. Per il secondo anno, il Parco applica il Piano Incentivi, approvato dal Comitato nel 2018, per erogare contributi “diretti a favorire la tutela ed il recupero ambientale, il recupero e la valorizzazione delle attività tradizionali agronomiche e zootecniche, di restauro dei manufatti edilizi ed altri interventi coerenti con gli obiettivi del Piano del Parco”.

Possono presentare domanda privati ed enti pubblici, alle seguenti condizioni:

  • che il terreno sia coltivato a prato
  • che si trovi entro i confini del Parco
  • che i titolari (anche nel caso di più soggetti) godano di un diritto di disponibilità (diritto di proprietà, usufrutto, contratto di locazione, contratto di affitto, comodato, concessione, ecc.)
  • che venga eseguito almeno uno sfalcio nel corso della stagione estiva, entro il 21 settembre, con l’asporto del materiale falciato.

Rimangono, invece, esclusi gli sfalci su particelle che beneficiano già di agevolazioni finanziarie comunali, provinciali, statali o comunitari.

L’incentivo che il Parco erogherà è quantificato in 400 euro ad ettaro, fino al raggiungimento della somma massima disponibile a bilancio per l’anno in corso.

Le domande devono essere presentate, utilizzando gli appositi moduli predisposti dall’Ente Parco, e scaricabili dal sito web da questi link:

Modulistica concessione incentivo sfalcio persone fisiche
Modulistica concessione incentivo sfalcio società
Modulistica concessione incentivo amministrazioni comunali
(Domanda di concessione a contributo, assieme a estratto mappa, copia documento di identità)

La domanda deve essere presentata tramite posta ordinaria all’indirizzo

Parco Naturale Adamello Brenta
Via Nazionale 24
38080 Strembo (TN)

Oppure via mail a uno dei seguenti indirizzi:

info@pec.pnab.it
info@pnab.it

Le domande di incentivo verranno esaminate secondo l’ordine cronologico in cui saranno pervenute. Nel caso di esaurimento dei fondi, le domande escluse avranno la priorità nel corso dell’anno successivo, purché il titolare confermi l’interesse entro il 31 gennaio 2021.

La liquidazione del contributo avverrà in autunno, dopo un sopralluogo dei lavori eseguiti e una valutazione delle condizioni di ammissibilità.

Per qualsiasi informazioni, ci si può rivolgere all’Ufficio Tecnico-Ambientale (0465.806666).

Share This