fbpx

La Vallesinella sarà nei prossimi giorni interessata da lavori e chiusure di alcuni sentieri che, tuttavia, non precluderanno la raggiungibilità dell’alta valle e dei rifugi. A causa dei forti danni causati dalla tempesta Vaia, in attesa delle condizioni per iniziare il ripristino, rimangono chiusi il Sentiero dell’Orso e il Sentiero dell’Arciduca.
Inoltre, con ordinanza del Comune di Tre Ville (allegato) su richiesta del Parco, è stato interdetto al transito pedonale il Sentiero delle Cascate Alte. Su questo tratto, infatti, sarà effettuato un importante intervento di manutenzione per un suo adeguamento e la sua messa in sicurezza.

Le attuali passerelle in legno in salita verso Vallesinella alta, grazie alle quali si possono raggiungere, o addirittura attraversare, le cascate, furono realizzate dal Parco nel 1996 e ora presentano diversi punti di marcescenza. Inoltre, il fondo del sentiero è in diversi passaggi malagevole e invaso dalle radici degli alberi.

Le passerelle saranno rifatte integralmente in larice al naturale, dalle travi portanti a ogni componente.

Saranno rifatte le staccionate rovinate e saranno posizionate nuove protezioni nei punti più pericolosi. Saranno realizzati dei gradini in legno o in pietra, con i relativi corrimano, per superare tratti impervi mentre alcune passerelle, scale e gradini marcescenti saranno sostituiti. Saranno realizzati dei sistemi di drenaggio e stesi stabilizzati per colmare buche o coprire radici, prolungate alcune staccionate per chiudere passaggi critici verso il fiume o verso il bosco e si intaglieranno dei gradini nelle rocce che possono diventare scivolose.

Il progetto è stato elaborato dall’Ufficio Tecnico Ambientale del Parco, che ne seguirà anche la Direzione lavori. La chiusura del sentiero in via precauzionale è stata fissata fino al 20 luglio ma la previsione è quella di rendere il sentiero percorribile prima di tale data.

L’importo complessivo di 95.000 euro è stato coperto anche con un consistente contributo del Servizio Turismo della Provincia autonoma di Trento.

CG/

Share This