Seleziona una pagina

L’8, il 9 e il 10 ottobre un gruppo di 15 persone, composto da ciechi, ipovedenti e vedenti, guidati dall’ Accompagnatore di Media Montagna Filippo Zibordi, percorreranno una parte del Cammino San Vili, da Spiazzo a Castel Toblino, con un approccio multisensoriale che consenta di cogliere in tutti i sensi ciò che i contesti naturali sanno regalare. La proposta di AbC IRIFOR del Trentino è quella di sperimentare l’accessibilità del Cammino San Vili per far sì che diventi un tracciato inclusivo anche per le persone con bisogni speciali, esigenze specifiche, senza discriminazione. Un percorso a misura di persona, ciascuna con le proprie abilità, con i propri limiti e le proprie risorse.

L’itinerario del primo giorno porterà il gruppo alla Casa del Parco Villa Santi, a Montagne (frazione di Tre Ville), proprio all’interno del Parco Naturale Adamello Brenta Geopark, dove alle 20.30 si terrà un momento di dialogo aperto al pubblico tra Cristian Sighel, atleta non vedente e autore insieme a Maurizio Panizza del libro “Alla ricerca del sole” e il forte fondista giudicariese Cesare Maestri.

Il sabato il gruppo avrà come meta Stenico, dove visiterà il BAS – Bosco Arte Stenico, il Museo d’Arte nella Natura certificato con il marchio Open per il turismo accessibile. Alle ore 20:30, presso la suggestiva location di Castel Stenico, si esibirà Jack Jaselli, cantautore milanese reduce da un tour musicale a piedi lungo la Via Francigena, in un concerto unplugged. L’ultima tappa prevede l’arrivo a Castel Toblino nel pomeriggio della domenica dove partecipanti e organizzatori concluderanno il viaggio con un arrivederci al 2022, per un evento ancora più ampio che coinvolgerà varie realtà del territorio sui temi dell’inclusione, dell’accessibilità e della condivisione.

Il Cammino San Vili è l’itinerario di lunga percorrenza riportato alla luce dalla SAT – Società degli Alpinisti Tridentini nel 1988 e valorizzato a partire dal 2017 dal Parco Fluviale della Sarca, la più ampia Rete di aree protette del Trentino che si occupa di valorizzare e tutelare l’intero territorio attraversato dal fiume Sarca. Collega Madonna di Campiglio alla città di Trento, costeggiando le Dolomiti di Brenta Patrimonio dell’Umanità UNESCO, attraversando paesaggi naturali e affascinanti paesi, con antiche tradizioni e gustosi prodotti tipici.

L’iniziativa è promossa dalla cooperativa AbC IRIFOR del Trentino, polo di riferimento per la disabilità sensoriale in Trentino,  insieme al Parco Fluviale della Sarca e a Natourism srl,. Il progetto  punta a dimostrare come cultura e natura debbano indiscutibilmente essere patrimonio di tutte e di tutti. Sono partner dell’iniziativa il Parco Naturale Adamello Brenta Geopark, il Castello del Buonconsiglio – Monumenti e Collezioni Provinciali, le associazioni Le Ombrie, Tananait e Bosco Arte Stenico.

L’ingresso agli eventi serali è libero e gratuito, ma con obbligo di prenotazione e greenpass. I posti sono limitati. Per maggiori informazioni: