Ci sarà anche il Parco Naturale Adamello Brenta, con il direttore Claudio Ferrari e Federico Polla dell’Ufficio ambientale, l’11 dicembre prossimo a Genova, tra i partecipanti di “Swomm 2009”, l’importante workshop scientifico che mette sotto la lente di ingrandimento i progetti più interessanti sperimentati nell’ambito della mobilità e dei trasporti in montagna.
 
La quinta edizione del 2009 si concentrerà sulla mobilità sostenibile nei centri urbani di montagna e sugli strumenti e le politiche innovative per il “mobility management” in una prospettiva di riduzione dell’impatto ambientale del traffico.
In concomitanza con la giornata internazionale della montagna dell’ONU, l’11 dicembre 2009, saranno presentate esperienze concrete di mobilità turistica sostenibile con particolare attenzione alle soluzioni integrate e compatibili con l’ambiente.
Rappresentanti di istituzioni internazionali, nazionali e locali discuteranno delle implicazioni di fenomeni come l’inquinamento, le emissioni nocive e il traffico.
Particolare cura sarà dedicata ad analizzare le caratteristiche uniche delle località urbane di montagna. I partecipanti presenteranno esperienze di diverse regioni europee ed extraeuropee, sulla base di un approccio scientifico al “mobility management” e tenendo conto del piano di azione sulla mobilità urbana pubblicato dalla Commissione Europea a settembre 2009.
La giornata si articola in tre momenti collegati:
 • La sessione di apertura prevede la presentazione di diverse esperienze di mobilità sostenibile (accessibilità e fattori di attrazione del traffico nei centri urbani alpini, pianificazione della mobilità in aree di valore naturalistico, innovazioni tecnologiche per veicoli a emissioni zero, etc.).
 • La sessione pomeridiana intende analizzare i centri urbani come sistemi multifunzionali complessi e si propone di concentrarsi sul ruolo centrale della mobilità, delle nuove tecnologie e del mobility management in un contesto di significativo cambiamento dell’identità delle località montane dal punto di vista ambientale, tecnologico, economico e comportamentale.
 • La tavola rotonda conclusiva si propone di favorire la condivisione delle esperienze di mobilità sostenibile dei centri urbani situati in aree montane. Gli esperti si confronteranno su casi concreti e strategie sperimentate e possibili a diversi livelli territoriali, secondo le indicazioni della pratica internazionale, delle politiche nazionali e regionali e della ricerca scientifica.
È prevista la partecipazione di enti di ricerca e istituzioni tra cui Regione Liguria, Ministero dell’Ambiente (Italia), ERTRAC (European Road Transport Research Advisory Council), Mountain Partnership (FAO), Segretariato Permanente della Convenzione delle Alpi, Parco Naturale delle Alpi Liguri, Politecnico di Torino, Università L. Bocconi, CSST, Austrian Mobility Research, FIAT Group, Renault-Nissan Alliance, e altri esperti e autorità europee.
Per avere gli ultimi aggiornamenti sul programma di SWOMM 2009 vi preghiamo di consultare il sito http://www.swomm.info  
 

Share This