Alle 20.45 di domani sera (mercoledì 4 febbraio 2009), presso l’aula magna del Museo Tridentino di Scienze Naturali, nell’ambito del calendario di appuntamenti “Incontri al Museo per parlare di fauna”, si affronterà il tema “L’orso bruno nelle Alpi Centrali: status e gestione”, attraverso gli interventi degli esperti Claudio Groff (Servizio Foreste e Fauna della Pat) e Filippo Zibordi (Gruppo di Ricerca e conservazione sull’orso Bruno del Pnab).

L’appuntamento si propone di aggiornare il pubblico sull’evoluzione della  situazione degli orsi che gravitano attorno al Trentino occidentale ed alle regioni limitrofe. Nel corso della serata, per l’occasione, sarà presentato e distribuito il “Rapporto orso 2008“, documento curato dal Servizio Foreste e Fauna della Provincia con la collaborazione del Parco Naturale Adamello Brenta.Il rapporto ha un duplice scopo: fornire una corretta informazione, aggiornata e dettagliata sullo status della piccola popolazione di orsi che vive nel Trentino occidentale e nelle regioni adiacenti e registrare in maniera sufficientemente analitica una serie di dati il cui utilizzo periodico da parte degli addetti ai lavori necessita di un documento per quanto possibile completo ed esaustivo.

Verranno inoltre presentati i risultati del monitoraggio genetico coordinato dal Servizio Foreste e Fauna, con il supporto dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e del Parco Naturale Adamello Brenta, e saranno ricordate le attività realizzate per la prevenzione e l’indennizzo dei danni provocati dagli animali nonché quelle volte a gestire le emergenze.

Il Parco Naturale Adamello Brenta presenterà infine le iniziative avviate a seguito del progetto di reintroduzione Life Ursus per favorire la conservazione dell’orso bruno sulle Alpi Centrali. Verranno illustrate, in particolare, le attività di ricerca scientifica e di sensibilizzazione promosse, nell’ambito del Progetto Orso del Parco, con l’obiettivo ultimo di approfondire le conoscenze sulla popolazione del Trentino Occidentale e facilitare la convivenza tra uomini e orsi. In particolare verranno illustrati i risultati di alcune ricerche in corso, concernenti gli effetti delle attività antropiche sul plantigrado ed i comportamenti che l’orso assume negli incontri con l’uomo.(A cura dell’Ufficio stampa del Museo Tridentino di Scienze Naturali)

Share This