fbpx

Sarà ospitata da domani fino al 12 luglio a Tuenno presso l’aula magna dell’Istituto comprensivo la mostra «Montagne verdi» del Parco Naturale Adamello Brenta. Questa esposizione itinerante ha iniziato il suo viaggio un anno fa per accendere i riflettori sulla natura dell’area protetta, sulle sue vette e sui suoi ghiacciai, sui boschi e sui corsi d’acqua, sugli animali e sulle piante, e non ultimo sull’uomo che lo abita. Dopo gli appuntamenti di Pinzolo e Andalo e dopo il periodo di stop forzato, la mostra ora arriva alle porte della frequentatissima Val di Tovel nell’ambito del progetto di collaborazione tra il Parco e le Biblioteche, “Natura e Cultura”.

“La mostra – spiega la curatrice, Roberta Bonazza –  è un’immersione scientifica e umanistica nel paesaggio che interroga l’uomo come abitante, come predatore e come custode di ciò che di più prezioso possiede. Durante il lockdown la natura ha proseguito il suo ciclo ma noi abbiamo avuto il tempo di interrogarci sul valore che ha per noi la natura. «Montagne verdi» sa proprio rendere evidente nella sua grandiosità ciò che, incredibilmente, tende spesso a sfuggire: l’inestimabile valore del paesaggio culturale montano, nella sua storia e nei processi di evoluzione in atto, con particolare attenzione agli ultimi cento anni e all’entrata nell’antropocene, epoca di rivolgimenti, tensioni e difficili sfide. Sfide proprio come quella appena vissuta.”.

“Sono molto lieta – rivela Maria Teresa Giuriato, assessore alla cultura del Comune di Ville d’Anaunia –  che il primo evento che si organizzerà a Ville d’Anaunia dopo l’emergenza Coronavirus sarà una mostra sulle montagne e sulle loro ricchezze naturali. Viviamo in una zona montuosa della quale dobbiamo essere molto orgogliosi: far conoscere e far riflettere su tesori dati spesso per scontati penso sia molto importante. Un ringraziamento al Parco Adamello-Brenta, in particolare a Chiara Scalfi per la preziosa collaborazione e per la promozione degli eventi, insieme alla biblioteca comunale e al bibliotecario Marcello Ranieri.”.

Il percorso espositivo è strutturato come un viaggio dentro i diversi elementi naturalistici, riassunti in tre «universi»: dalla Terra (l’universo geologico) passando per i prati e gli alberi (l’universo vegetale) fino al mondo poco noto e in parte misterioso degli animali (l’universo animale). E poi c’è l’uomo, parte di tutti questi elementi, intruso e protagonista. Le storie umane sono un filo rosso che segue l’intero percorso, allestito con una modalità scenografica e multimediale, con interviste agli esperti del Parco.

La mostra «Montagne verdi» a Tuenno è promossa dal Parco Naturale Adamello Brenta in partnership con l’assessorato alla cultura del Comune di Ville d’Anaunia e la Biblioteca comunale di Ville d’Anaunia. Rimarrà visitabile nel rispetto di tutte le misure Covid-19 ogni mercoledì e sabato dalle 17.00 alle 20.00 e ogni domenica dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 20.00.

Per l’occasione, la Biblioteca esporrà in visione alcuni libri selezionati in linea con i contenuti e i temi della mostra che potranno poi essere richiesti in prestito.

Dopo Tuenno, la mostra proseguirà il tour nuovamente ad Andalo – Sarnacli e poi a Comano Terme, andando a toccare così i quattro angoli delle Dolomiti di Brenta.

CG/

Share This