Chissà chi si sarà orientato prima??? Il nostro esperto Lorenzo Mosca fuori dai confini conosciuti del suo Parco o i ragazzi delle scuole cremasche e slovene che si sono improvvisati esploratori nei loro boschi?
Pare se la siano cavata tutti egregiamente e che le esperienze di orienteering si siano rivelate piacevoli momenti di istruzione e divertimento.
Il 14 e 15 settembre i ragazzi delle classi quinte elementari del secondo circolo di Crema, con cartina e bussola alla mano, sono stati protagonisti di una battuta di orienteering condotta dal Parco Naturale Adamello Brenta in alcune zone del cremasco.
Le scuole di Ombriano, Braguti, Sabbioni e Capergnanica, impegnate da tempo nella sensibilizzazione degli alunni al rispetto dell’ambiente, hanno riconosciuto nell’area protetta trentina un partner ideale per questa sfera didattica. Proprio nell’ambito della convenzione siglata con l’Ente, le scuole hanno organizzato una battuta di orienteering invitando l’educatore ambientale del Parco a guidarne le operazioni.
Lorenzo ha fornito suggerimenti teorici e astuzie pratiche sulla tecnica agli insegnanti e ai ragazzi che si sono lanciati poi in una entusiasmante ricerca delle “lanterne”.

Dal cremasco alla Slovenia il passo è stato breve! Il 21, 22 e 23 settembre, in virtù del “Gemellaggio attraverso le Alpi”, coordinato dalla PAT, con cui si è attivato uno scambio culturale in ambito naturalistico tra la scuola media di Cognola, una scuola slovena e una austriaca, Lorenzo ha accompagnato nel Parco Nazionale del Triglav le due classi di II della scuola di Cognola, le stesse che a maggio erano state ospiti da noi a Mavignola.
Tra le varie attività naturalistiche, con i GuardiaParco del Triglav, Lorenzo ha allestito l’attività di orienteering e ha indicato ai ragazzi trentini come saper trovare la strada giusta anche quando ci si trova su territori sconosciuti.
Il gemellaggio sta trovando massima espressione del suo significato nelle belle amicizie e collaborazioni che si stanno creando tra scuole e enti coinvolti e, nel contempo, l’orienteering si sta elevando sempre più a metodo di educazione ambientale molto apprezzato e particolarmente efficace.

Share This