E’ in corso in questi giorni a Madonna di Campiglio l’8° Conferenza internazionale dei Geoparchi Unesco. Un appuntamento che il Parco sta organizzando da almeno un anno e mezzo grazie ad una stretta collaborazione con l’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena. L’evento è particolarmente importante e alcune cifre danno l’idea della levatura:
  • 850 iscritti alla Conferenza
  • 1.000 partecipanti
  • 64 nazioni rappresentate
  • Continenti rappresentati
  • 411 contributi scientifici ricevuti
  • 200 oral presentations accettate
  • 106 posters accettati
  • workshop previsti
  • 6 escursioni
  • 35 hotel coinvolti nell’ospitalità insieme ad alcuni appartamenti privati
  • 1000 stelle alpine realizzate da ANFASS
  • 30 premi per i nuovi Geoparchi realizzati sempre da ANFASS e dal Laboratorio Sociale oltre a4 premi speciali
  • 26 studenti dell’Istituto Guetti di Tione e 8 studenti dell’Istituto Liceo internazionale LIA di Rovereto presenti come Geopark Ambassodors
  • volontari provenienti dall’Hateg Geopark Romania,1 proveniente dal Beigua Geopark Italia e 1 volontaria di UNESCO
  • 140, i geoparchi presenti nel mondo: (72 in Europa di cui 10 in Italia; 59 nell’area Asia-Pacifico, 4 in America Latina-Caraibi; 3 in Canada e 2 in Africa di cui 1 in Marocco e 1 in Tanzania)
  • 29, gli stand presenti allo spazio fieristico “Geofair” con protagoniste 34 organizzazioni tra Geoparchi italiani e internazionali, aspiranti Geoparchi, aziende private e rappresentanze Unesco
  • 13, le nazionalità rappresentate alla “Geofair”
  • 30, i Geoparchi della Rete Europea presenti nella mostra “Stone made objects”, un’esposizione di oggetti in pietra, e quindi legati al patrimonio geologico, realizzati dall’uomo
  • 10, i produttori locali e “Qualità Parco” presenti nell’“Agrimarket”, lo spazio che valorizza i prodotti del territorio e l’incontro tra culture attraverso il cibo
  • 1188 km2, l’estensione dell’Adamello Brenta Geopark
  • 61, i geositi presenti nell’Adamello Brenta Geopark

Non sono difficili da immaginare il mix di culture, il clima internazionale e il livello di contenuti che caratterizzeranno la Conferenza.

Share This