(La Stampa) I Parchi e  le Aree protette costituisco un patrimonio unico e prezioso da vivere e da tutelare. Il 24 maggio si festeggia la Giornata Europea dei Parchi e si rinnova l’iniziativa della Federazione Europea dei Parchi (EUROPARC) per ricordare il giorno in cui, nel 1909, venne istituito in Svezia il primo parco nazionale in Europa. In Italia i primi Parchi furono creati nel 1922: Gran Paradiso e Abruzzo.

Questa edizione della Giornata dei Parchi Europei 2018 si celebra nel corso dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale con lo slogan: “patrimonio culturale: è nella nostra natura . L’attenzione al Patrimonio Culturale caratterizza in modo particolare i Parchi e le Aree protette italiane che  sono strettamente intrecciate con la  popolazione e il territorio e che rappresentano spesso eccellenze non solo naturali o paesaggistiche ma anche storiche, artistiche  e culturali.

“Il 24 maggio è un’occasione  non solo di conoscenza, promozione ed esperienza delle bellezze naturalistiche  delle Aree Protette – afferma il Presidente Giampiero Sammuri –  ma anche  un momento per comprendere che i Parchi italiani sono una straordinaria occasione per un modello di sviluppo sostenibile. Un patrimonio collettivo  che richiede la cura  e l’attenzione di tutti i cittadini e di tutte le  istituzioni.”

La celebrazione della Giornata Europea dei Parchi  si sviluppa su più giorni, con un ricco programma di incontri, escursioni, mostre ed attività ambientali nei Parchi e nelle Aree Protette. Ad oggi sono oltre cento le iniziative  segnalate e consultabili sul sito www.parks.it molte delle quali  già avviate o che stanno per iniziare.

FB

Share This