Il Palaorso prosegue il suo tour nei ritiri estivi

13.07.2017

Da Pinzolo a Dimaro. Dalla Roma al Napoli. Il Parco sta accogliendo decine di migliaia di visitatori.


Il Palaorso sta accompagnando con la sua scia di curiosità i grandi ritiri estivi trentini.
Dopo l’esordio al villaggio del ritiro della Roma a Pinzolo, sta ora attirando l’attenzione delle migliaia di tifosi del Napoli a Dimaro.

“Il Palaorso è il nuovissimo stand espositivo gonfiabile del Parco Naturale Adamello Brenta - spiega il Presidente del Parco, Joseph Masè – e dopo il grande successo riscosso a Pinzolo, d’accordo con il sindaco di Dimaro – Folgarida, Andrea Lazzaroni, abbiamo deciso di proseguire il tour dei ritiri a Dimaro che sta ospitando il Napoli”.

Questa imponente struttura gonfiabile, verde brillante e fasciata da particolari scorci paesaggistici dell’area protetta, con il suo grande impatto visivo e comunicativo, sta incuriosendo passanti e tifosi che, attirati da questa strana struttura ad igloo dai colori vivaci e ricca di immagini, entrano e scoprono le bellezze naturali dell’area protetta.
All’interno la natura è proiettata. Quasi come una installazione di arte contemporanea, gira in loop un video con i versi degli animali, il fruscio del vento, il fragore di una cascata, la neve che cade, che riecheggiano nel guscio, buio e tondeggiante, del Palaorso. Dalle pareti scendono poi grandi canvas che illustrano alcune finalità del Parco, tra cui anche la conservazione dell’orso bruno in Trentino.

Il Parco quindi non è unicamente una cornice paesaggistica ma, grazie al video e alla presenza di un operatore esperto, ha la funzione di mostrare direttamente a tutti le attrattive naturali che caratterizzano l’area protetta e di spiegare che se la natura qui è unica, è anche perché la gente locale fa uno sforzo di conservazione notevole.

“Per noi essere un comune all’interno del Parco – spiega il sindaco di Dimaro - Folgarida Lazzaroni – è assolutamente una fortuna e noi dobbiamo essere capaci di renderlo noto il più possibile. Mi è sembrato quindi strategico ospitare il nuovo Palaorso del Parco durante il momento clou della stagione estiva per mostrare alle decine di migliaia di persone che seguono la propria squadra del cuore quale sia la grande offerta di svago del nostro territorio e mostrare quanto facciamo per proteggere la nostra eccezionale natura.”.

Il nome della struttura omaggia l’animale simbolo del Parco, conosciuto ovunque come la terra dell’orso bruno, ma il Palaorso, in realtà, è concepito come uno spazio per la conoscenza generale della natura del Trentino, per proporre educazione alla sostenibilità, per divulgare la ricerca scientifica e quindi per continuare nello sforzo di conservazione ambientale che rimane la mission principale del Parco.

Proprio per questo, il Palaorso sarà reso intinerante, come spiega il Presidente Masè: “Vista la versatilità che offre e la curiosità che sa suscitare, abbiamo investito su questo strumento di educazione e di comunicazione, per utilizzarlo in maniera molto variegata. Abbiamo già preso contatti con città italiane per programmare un tour delle piazze più importanti e avere così molte più occasioni rispetto al passato per intercettare chi non ci conosce ed estendere il nostro potenziale didattico. L’utilizzo che ne vogliamo fare, infatti, è quello di uscire dai contesti classici e portare un po’ di area protetta nelle città, nelle piazze, in spazi urbani, agli eventi fieristici e in tutte le occasioni in cui sarà possibile essere presenti per portare il nostro messaggio.”.

 Disclaimer | Mappa del sito |  Anticorruzione |  Note legali |  Privacy |  Informativa sui cookies |  Credits

Copyright© 2001-2016 Parco Naturale Adamello Brenta



I testi e le foto, dove non specificato, sono del Parco Naturale Adamello Brenta.
E' vietato qualsiasi uso non autorizzato.
INFO E CONTATTI:

Email: info@pnab.it - P.E.C. info@pec.pnab.it
Sede Amministrativa
Via Nazionale, 24 38080 Strembo (TN)
Tel. 0465 806666 - Fax 0465 806699
P.IVA 01300650221 - C.F. 95006040224

Navigando il sito pnab.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.