Geologia

Calcari, dolomia, granodiorite, tonalite, porfidi, scisti…

Poche aree geografiche al mondo presentano una così grande varietà di rocce e ambienti come quella che può essere osservata nel territorio del Parco Naturale Adamello Brenta. Si tratta di un’area estremamente articolata e diversificata il cui cuore è racchiuso nella spettacolare unicità dei paesaggi delle alte quote e della marcata diversità geologica e geomorfologia dei due massicci montuosi che la dominano: il massiccio dell’Adamello-Presanella e il gruppo delle Dolomiti di Brenta.

Da una parte, ad ovest, la dura e compatta tonalite (roccia magmatica), che dona ai monti dell’Adamello e Presanella una morfologia massiccia, percorsa da numerose creste affilate. È questa la roccia più “giovane” del Parco, originatasi dai 29 ai 42 milioni di anni fa grazie alla cristallizzazione di roccia fusa (magma) risalita da centinaia di chilometri di profondità lungo le fratture nella crosta terrestre. La risalita è stata però rallentata da una forte viscosità del magma, che si è infine arrestato all’interno della crosta terrestre, senza uscire in superficie come la lava di un vulcano. Avendo così un “coperchio” che rallentava il raffreddamento, i singoli cristalli hanno avuto il tempo e la possibilità di organizzare gli atomi che li formano secondo ordinate impalcature, dando luogo ad una roccia completamente cristallina, in cui si possono facilmente riconoscere i singoli minerali che la compongono. Caratteristica della tonalite è anche l’impermeabilità: 48 laghi incantati, numerose e spettacolari cascate e impetuosi torrenti regnano nel paesaggio dell’Adamello, dove l’acqua è il tema dominante.

Dall’altra parte, ad est, si trova un mondo completamente differente: l’acqua superficiale sparisce in profondità, e solo 4 laghi, di una incomparabile bellezza, ornano il paesaggio roccioso delle Dolomiti di Brenta. Ci troviamo al cospetto di un grandioso castello di rocce sedimentarie, dove torrioni, campanili e ardite guglie tolgono il fiato allo spettatore. Chi immaginerebbe che circa 200 milioni di anni fa, dove oggi si trovano quei monti, vi era un mare sottile, caldo e tropicale, ricco di barriere coralline. Eppure abbiamo le testimonianze: “popolano” le rocce calcaree e dolomitiche del Brenta numerosi fossili, scheletri e gusci di organismi marini. Tra questi spicca il Megalodon, fossile guida della Dolomia principale, formazione rocciosa che costituisce il cuore del gruppo montuoso. Inoltre, anche l’occhio meno esperto riesce a notare le stratificazioni più o meno orizzontali, originatesi grazie a intervalli nella deposizione di particelle sedimentarie sul fondo di questo antico mare.

Fra i due gruppi montuosi affiorano le rocce più antiche della zona, che sono chiamate “Scisti di Rendena”. Hanno circa 300 milioni di anni e sono rocce metamorfiche, che si sono formate per trasformazione di rocce preesistenti.

Il territorio del Parco risulta un vero laboratorio a cielo aperto, in cui si possono osservare tutti e tre i tipi di rocce: magmatiche, sedimentarie e metamorfiche.

 

 

Per una corretta visualizzazione del filmato flash si suggerisce di scaricare l'ultima versione del plugin "Flash Player" dal sito di Adobe. Scarica il video in alta risoluzione (.AVI - 349 MB) Per una corretta visualizzazione del filmato in alta risoluzione potrebbe essere necessario l'installazione del Codec video appropriato, scaricabile gratuitamente.

Il Geoparco attraverso gli occhi di una bimba - Foto C.Faes
Un Geoparco è un territorio dal patrimonio geologico unico e speciale tutelato e valorizzato in collaborazione con chi ci vive
 
Scopri la natura partecipando ad uno dei numerosi progetti che il Parco propone per le scuole di ogni ordine e grado
 
Il Parco, nel giugno 2008, è stato dichiarato "Adamello Brenta Geopark"
 

 Disclaimer | Mappa del sito |  Anticorruzione |  Note legali |  Privacy |  Informativa sui cookies |  Credits

Copyright© 2001-2016 Parco Naturale Adamello Brenta



I testi e le foto, dove non specificato, sono del Parco Naturale Adamello Brenta.
E' vietato qualsiasi uso non autorizzato.
INFO E CONTATTI:

Email: info@pnab.it - P.E.C. info@pec.pnab.it
Sede Amministrativa
Via Nazionale, 24 38080 Strembo (TN)
Tel. 0465 806666 - Fax 0465 806699
P.IVA 01300650221 - C.F. 95006040224

Navigando il sito pnab.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.